Musumeci: “Il messaggio di Sciascia costituisce per noi un costante riferimento”

da | 10 Set 21

Così questa mattina il presidente della Regione a Racalmuto dove ha inaugurato il nuovo prospetto della casa in cui è vissuto lo scrittore. Il restauro è stato finanziato dai Racalmutesi di Hamilton. Ieri la visita alla Fondazione Sciascia e l’incontro con l’amministrazione comunale

«Il messaggio di Sciascia costituisce per noi un costante riferimento. Ha interpretato il pessimismo della Sicilia, scavando fra le pieghe della rassegnazione, della sofferenza e del sacrificio dei più deboli. Quella di oggi è una iniziativa di grande significato anche perché sostenuta da cittadini emigrati, quindi un valore legato al radicamento e alla identità: un atto di omaggio al vostro grande concittadino Sciascia, al quale va l’omaggio di tutti i siciliani ovunque nel mondo».

Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, stamattina a Racalmuto nel corso della cerimonia di riapertura di CasaSciascia – dopo i lavori di restauro del prospetto realizzati grazie alla raccolta fondi della “The Sicilian Society of Hamilton” – nel centenario della nascita dell’autore de Il giorno della civetta, lì dove ha vissuto parte della sua vita e sono conservati con cura, grazie all’associazione “CasaSciascia” e a Pippo Di Falco che l’ha comprata due anni fa, arredi, accessori, libri.

«Sciascia – ha aggiunto Musumeci-  era convinto della irredimibilità della nostra terra. Noi dobbiamo lavorare per vincere lo spirito di rassegnazione ancora diffuso e restituire speranza ai più giovani».

Il governatore ha iniziato la sua visita istituzionale nella cittadina agrigentina ieri pomeriggio, incontrando assessori e consiglieri comunali al Palazzo municipale – presenti anche l’assessore regionale Marco Zambuto e la deputata Giusy Savarino – dove è stato salutato dal sindaco Vincenzo Maniglia e dal presidente del consiglio Sergio Pagliaro. Subito dopo ha fatto visita al teatro comunale, riaperto anche grazie ai fondi del governo regionale, e alla Fondazione Leonardo Sciascia, nella ex centrale elettrica, dove si è intrattenuto a visionare la mostra fotografica ed il copioso carteggio sciasciano custodito.

Stamane, infine, la cerimonia di riapertura di CasaSciascia, alla quale erano presenti, fra gli altri, oltre al sindaco di Racalmuto Vincenzo Maniglia, il prefetto di Agrigento Maria Rita Cocciufa, il presidente dell’Associazione CasaSciascia Pippo Di Falco, il direttore della Strada degli scrittori Felice Cavallaro, che ha coordinato l’evento assieme a Salvatore Picone e Gigi Restivo, Charles Criminisi e Joe Grimaldi, rispettivamente presidente e componente di “The Sicilian Society of Hamilton”, Giusy Savarino, presidente della Commissione Ambiente dell’Ars e il fotografo Giuseppe Leone.

GUARDA LE FOTO

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Archivi


Facebook


Articoli Recenti: Malgrado Tutto Web

Ai nostri lettori

Ai nostri lettori

Ristrutturazione del sito. Da oggi, 4 agosto, sospendiamo la pubblicazione di nuovi articoli, la riprenderemo quando l’intervento di restyling sarà definitivamente completato

L’Estate di Regalpetra

L’Estate di Regalpetra

Racalmuto, le iniziative culturali organizzate dalla Fondazione Sciascia con il patrocinio del Comune

Ester Rizzo racconta le 21 Madri Costituenti

Ester Rizzo racconta le 21 Madri Costituenti

Bianca Bianchi ed Elettra Pollastrini

«La cecità mi ha risvegliato l’amore per la scrittura»

«La cecità mi ha risvegliato l’amore per la scrittura»

Benito Cacciato, dopo trent’anni dall’ultimo libro, pubblica il suo nuovo romanzo “Iaco”, uno spaccato della Sicilia dell’entroterra tra gli anni ‘70 e ‘80. «Non ci vedo più, ma la memoria mi si è fatta sottile e precisa»

“Mimosa d’oro”. Tutte le premiate

“Mimosa d’oro”. Tutte le premiate

Ieri la cerimonia di consegna al Tempio di Giunone