Montedoro diventerà il “Paese dello zolfo e delle stelle”

|




Una scelta legata alla storia e al presente del piccolo centro del nisseno

Montedoro

“Paese dello zolfo e delle stelle”, così sarà qualificato in tutti gli atti ufficiali del Comune, nel proprio sito internet e nella segnaletica stradale, Montedoro. Lo ha deliberato la Giunta in un atto di indirizzo per il Consiglio comunale.

“Una scelta – spiega il sindaco Renzo Bufalino – legata alla storia ed al presente del paese, che ha vissuto l’epopea mineraria dello zolfo, tanto che in passato vi erano presenti diverse miniere e per tale ragione, nei primi anni del 2000, è stato realizzato un Museo della zolfara, intitolato allo scrittore Angelo Petix. Un museo costruito, là dove sorgeva una vecchia miniera, al fine di recuperare e conservare la memoria di quel passato, che rischiava di andare perduto, e di mostrare, soprattutto alle giovani generazioni, alcune pagine di quella storia, non sempre esaltante”.

Renzo Bufalino

C’è da aggiungere, inoltre, che Montedoro vanta la presenza, vicino al centro abitato, di un osservatorio astronomico ed un planetario, che nel corso degli anni hanno richiamato l’attenzione e l’interesse di numerosi appassionati e curiosi, che proprio in quei luoghi hanno avuto modo di avvicinarsi all’astronomia ed ai misteri del cosmo. Recentemente l’osservatorio astronomico è risultato su Tripadvisor, la piattaforma di viaggi più grande del mondo, il primo assoluto nella categoria degli osservatori astronomici della Sicilia”.

“Grazie alla presenza di queste strutture – sottolinea il sindaco – a Montedoro convivono storia passata ed evidenze contemporanee, memoria e resilienza, creando inaspettate suggestioni, che richiamano la famosa opera di Pirandello “Ciaula scopre la Luna”.

.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *