“Mattiamoci in gioco”. Montevago, approda la campagna nazionale contro il gioco d’azzardo

|




 Oggi l’incontro con gli studenti della Scuola media “Tenente Giuffrida”

E’ approdata oggi a Montevago “Mettiamoci in gioco”, la campagna nazionale contro i rischi del gioco d’azzardo per sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni sulle reali caratteristiche del gioco d’azzardo nel nostro paese e sulle sue conseguenze sociali, sanitarie ed economiche, e per avanzare proposte di regolamentazione del fenomeno, fornire dati e informazioni, catalizzare l’impegno di tanti soggetti che – a livello nazionale e locale – si mobilitano per gli stessi fini. 

Oggi gli studenti della scuola media“Tenente Giuffrida” di Montevago hanno incontrato  il presidente dell’Azione Cattolica della Diocesi di Trapani Giuseppe Giacalone, la dottoressa Concetta Maglio e Gino Gandolfo, coordinatore di “Mettiamoci in gioco” in Sicilia. All’incontro con gli studenti ha partecipato anche il sindaco di Montevago e deputato regionale Margherita La Rocca Ruvolo, prima firmataria del ddl sulla prevenzione e il trattamento dei disturbi da gioco d’azzardo già approvato dalla commissione Salute dell’Ars. 

La campagna “Mettiamoci in gioco” è promossa da: Acli, Ada, Adusbef, Ali per Giocare, Anci, Anteas, Arci, Associazione Orthos, Auser, Aupi, Avviso Pubblico, Azione Cattolica Italiana, Cgil, Cisl, Cnca, Conagga, Confsal, Ctg, Federazione Scs-Cnos/Salesiani per il sociale, Federconsumatori, FeDerSerD, Fict, Fitel, Fp Cgil, Gruppo Abele, InterCear, Ital Uil, Lega Consumatori, Libera, Missionari Comboniani, Scuola delle Buone Pratiche/Legautonomie-Terre di mezzo, Shaker-pensieri senza dimora, Uil, Uil Pensionati, Uisp.

Nelle foto alcuni momenti dell’incontro

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *