Mandorlo in fiore. “La riscoperta dei giochi di strada”

|




Due giorni di iniziative “per recuperare pezzi importanti della nostra storia e della evoluzione del modo di divertirsi che fa parte di un’epoca”.

Fare rivivere la tradizione attraverso i giochi delle precedenti generazioni, per riscoprire, angoli, valori e la semplicità del divertimento sano e ricco di emozioni, teatro saranno i luoghi più belli della città”.

E’ questo in sintesi l’obiettivo di due giornate dedicate ai Giochi di strada, che fanno parte del  programma del Mandorlo in Fiore 2019, che si svolgerà ad Agrigento dall’1 al 10 marzo.

Giocattoli poveri, strumenti fantasiosi, ideati dalla voglia di svagarsi, un modo per riportare alla ribalta la genuinità del vivere – spiega Giuseppe Parello, Direttore del Parco Archeologico, l’Ente che organizza il “Mandorlo” – farla tastare alla generazione digitale, ripercorrere storia e rituali che hanno rappresentato un momento di formazione per i nostri genitori e i nostri nonni. Conoscenza per i più piccoli, ricordo per gli adulti”.

La prima delle due giornate sabato 2 Marzo alle ore 18.00 lungo le strade del centro di Girgenti; la seconda il 3 Marzo, “che convoglierà – anticipa il direttore del Parco –  il pubblico che vorrà parteciparvi, lungo la Via Sacra della Valle dei Templi e che permetterà di  godere di una location d’eccezione, animata dalla possibilità di recuperare pezzi importanti della nostra storia e della evoluzione del modo di divertirsi che fa parte di un’epoca. Un modo – conclude Parello – per dare vigore ad una forte testimonianza del modo in cui erano strutturate le relazioni di vita nei quartieri e richiamare il ruolo rivestito dai più piccoli e dagli adulti nel contesto ludico, ma anche un’occasione per istruire i bambini e sollecitare gli adulti, verso la consapevolezza del nostro immenso patrimonio culturale”. 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *