“Malgrado tutto”, un sogno di mezza estate lungo 40 anni | VIDEO

|




VIDEO. Un testo teatrale, scritto da Filippo D’Arpa, ricostruisce la nascita avventurosa e ingenua di Malgrado tutto. Il video della serata per celebrare i quarant’anni della testata. Con Francesco Russo e Valerio Santi, regia di Giuseppe Dipasquale. Filippo D’Arpa racconta come è nata la sua idea di portare in teatro la piccola grande storia di un giornale

Il sogno è bellezza. Se poi a sognare sono due ragazzi della provincia dell’impero allora il sogno diventa di ostinata bellezza. Gaetano è Giancarlo per me questo sono: non solo due amici o colleghi ma la materializzazione di come quella bellezza possa crescere anche in situazioni quasi estreme.

Mettere in piedi un giornale, piccolo o grande che sia, non è mai cosa semplice. Farlo a Racalmuto ancora meno. In quegli anni soprattutto.

Certo di giornali come Malgrado tutto ne saranno sorti centinaia, innestati come tale e in un “contesto” che a malapena li ha sopportati. Allora dove è là differenza? Che esiste e resiste. Malgrado tutto, appunto.

Ma il motivo forse inconscio che mi ha portato a scrivere di loro risiede in una frase pronunciata da un vecchio caporedattore: quei due hanno bevuto la stessa acqua di Sciascia. Era un modo per elogiarli, a mio avviso, invece, quella frase sminuiva il loro agire.

Hanno messo su un giornale, hanno perfino convinto Sciascia a scrivere un pezzo per loro e poi sono andati avanti ostinatamente. Non credo sia frutto della miracolosa bevuta nell’immaginifica fonte. Ecco il punto del sogno e della bellezza.

Oggi creare un blog è semplicissimo e perfino buttarci dentro frasi anche con un senso. Ma la stampa è un’altra cosa. È uno zig zag in cui mantenere la schiena dritta non è facile. Allora è da quel sogno che bisognava ripartire. Senza fronzoli.

Guarda il Video

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *