Màkari, lo scrittore curioso e il poeta irriverente

di | 20 Mar 21

Cca’ lu giallu è misteru comu stu mari, lu spertu scritturi lu voli svilari”

Lo scrittore Gaetano Savatteri, autore dei romanzi dai quali è tratta la serie Tv Màkari, e il poeta Giovanni Salvo in una foto degli anni ’80. (Foto Archivio Giovanni Salvo)

LA PINNA SBIRRA

Makari beddra scjavuru di mari

di sta Sicilia c’è di cuntari

Culla di suli e trami cu l’ali

la pinna  sbirra ‘nterra di sali

Cu ci ritorna e torna a spirari

trova l’amuri e a so cumpari

la granni forza di fari stu viaggiu

ed è la regula di lu svantaggiu

Misteri ‘ntriganti e cori d’amici

la rocca cummoglia li so’ radici

Lu giallu è misteru comu stu mari

lu spertu scritturi lu voli svilari

Sta terra ca è amara e duci

e spissu tocca purtari nna’ cruci

Senza travagliu, disoccupatu

torna cca’ a Makari ca nenti è cangiatu

A Makari c’è ora cu punci

‘ntra sta Sicilia di zagara e aranci

La pinna scurri tra li faragliuna

e d’intra un puzzu si vidi la luna.

1 commento

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli

Cerca nell’archivio

Archivi


Facebook