“Livatino nostro contemporaneo”

di | 4 Mag 21

Canicattì celebra con un intenso programma di iniziative la figura del giudice che il prossimo 9 maggio sarà proclamato beato

“Livatino nostro contemporaneo”, è questo titolo dell’evento, promosso dall’Amministrazione comunale di Canicattì, città dove Rosario Livatino è nato e viveva, per celebrare la figura del giudice che il prossimo 9 maggio sarà proclamato Beato nella Cattedrale di Agrigento.

“La nostra città – spiega l’Assessore alla Cultura Angelo Cuva – si avvia verso lo storico appuntamento del 9 maggio 2021,  con un moltiplicarsi di iniziative, dibattiti ed occasioni di confronto, realizzate nella nostra città e non solo. Ma come è stato più volte ribadito, il 9 maggio, pur rappresentando un importante traguardo, deve comunque intendersi, e deve essere vissuto, come un punto di partenza. Come amministrazione abbiamo deciso di lanciare il manifesto “Livatino. Nostro Contemporaneo” – Suggestioni, Temi e Dialoghi, una sorta di “cartellone” che raccoglie tutte le iniziative che ci condurranno al prossimo 21 settembre, trentunesimo anniversario del martirio, e che si concluderanno con la consueta Settimana della Legalità, nell’ambito della quale sarà sicuramente ripetuta l’esperienza della rassegna culturale “Collegamenti”, che nella sua prima edizione dello scorso anno, ha riscosso enorme apprezzamento”.

Tra le iniziative in programma: l’invio dell’Olio Legale alle più alte cariche dello Stato; la donazione alle scuole di pubblicazioni su Livatino: la donazione agli studenti universitari di Canicattì che frequentano la facoltà di Giurisprudenza  delle copie delle due relazioni tenute dal Giudice Livatino e considerate il suo testamento morale; l’iter per il conferimento della cittadinanza onoraria a Piero Ivana Nava, il testimone del martirio del giudice Livatino; grazie alla preziosa collaborazione delle associazioni verrà garantita l’apertura della Cappella gentilizia della famiglia Livatino, al Cimitero di Canicattì, tutti i giorni fino al 16 maggio, nel rispetto delle misure anticovid.

“Nei prossimi giorni, inoltre – annuncia l’Assessore Cuva – sarà realizzata un’installazione luminosa che interesserà l’esterno dell’abitazione della famiglia Livatino: una luce bianca, netta, senza sbavature, che ci accompagna e ci indica la direzione da prendere senza incertezze e senza ripensamenti, a simboleggiare la caratteristica che ha contraddistinto la vita professionale del nostro Giudice Rosario Livatino”.

 

 

.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli

Cerca nell’archivio

Archivi


Facebook