Licata, la Confraternita restaura il quadro di San Girolamo

|




L’opera attribuibile al pittore Filippo Palladini è custodita nella Chiesetta del quartiere Marina.

Il dipinto raffigurante San Girolamo, seicentesco con marcate influenze Caravaggesche, attribuibile al pittore Filippo Paladini, custodito a Licata all’interno della Chiesa di San Girolamo della Misericordia dell’omonima Confraternita sarà restaurato.

L’intervento–  spiega il Governatore della Conraternita  Angelo Gambinoverrà eseguito all’interno della nostra Chiesa nel quartiere Marina direttamente dalla restauratrice Giovanna Comes, titolare dell’omonima ditta in possesso di tutti i requisiti necessari per interventi su opere d’arte. L’ultimo intervento di restauro risale agli anni 80. I tecnici ci dicono che si presenta in discrete condizioni di conservazione ma occorrono lavori di pulitura, disinfestazione, fissaggio di porzioni di colore sollevato dalla tela, stuccatura e reintegrazione pittorica, verniciatura. Tutte le fasi di lavoro saranno fotografate. Abbiamo già provveduto nelle ultime ore a rimuoverlo dalla parete dell’altare e a scenderlo a terra per iniziare al più presto l’intervento”.

Del quadro di San Girolamo scrive anche lo scrittore agrigentino Andrea Camilleri nel suo romanzo “Il colore del sole”. Anni fa anche il critico d’arte Vittorio Sgarbi aveva visto l’opera riconoscendone le influenze caravaggesche e l’indubbio valore artistico.

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *