L’editore Laterza a “Regalpetra” sulle tracce di Sciascia

|




Visita a Racalmuto di Giuseppe Laterza. Il padre, Vito, fu l’editore che nel 1956 pubblicò “Le Parrocchie di Regalpetra”, uno dei primi libri di grande successo di Leonardo Sciascia.

La visita alla Fondazione Sciascia

La visita alla Fondazione Sciascia

L’editore Giuseppe Laterza, con la e la moglie Karina,  giornalista d Rai News, ha trascorso il pomeriggio di ieri a Racalmuto sulle tracce di Leonardo Sciascia.

Giuseppe Laterza è il figlio di Vito Laterza, l’editore che nel 1956 pubblicò “Le Parrocchie di Regalpetra” di Leonardo Sciascia.

Gli illustri ospiti sono stati accompagnati nella loro visita a Racalmuto dal sindaco Emilio Messana, dall’assessore alla Cultura Salvatore Picone e dal giornalista e scrittore Gaetano Savatteri che con Laterza ha pubblicato I Siciliani.

Prima tappa l’aula scolastica del maestro Sciascia, nella scuola elementare “Generale Macaluso”, dove lo scrittore ha insegnato dal 1949 al 1957 e dove nacquero le “Cronache scolastiche”, primo nucleo delle Parrocchie.

La visita all'aula Sciascia

La visita all’aula Sciascia

Emozionante per Giuseppe Laterza la visita alla Fondazione dedicata allo scrittore. Gradita sorpresa per l’editore leggere quattro lettere che il padre inviò al giovane scrittore proprio sessant’anni fa.

In una in particolare, datata 18 gennaio 1956, Vito Laterza scrive al Prof. Leonardo Sciascia: “…dopo aver molto cercato abbiamo trovato un titolo che mi auguro Le piaccia: Le parrocchie di Regalpetra. Spiegheremo nel risvolto della sovracoperta che Regalpetra è un paese che non esiste, ma che proprio per questo rappresenta bene un aspetto saliente della società meridionale: la mancanza degli scambi tra i gruppi chiusi in loro stessi, la mancanza di interessamento per la comunità, la formazione cioè di tante parrocchie che non si dialettizzano, che non cercano nemmeno di incontrarsi”.

Tappa conclusiva del “viaggio” a Regalpetra in piazza, dove è collocata la statua bronzea di Sciascia.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *