Le nostre terze pagine raccontano/13

da | 13 Nov 20

1980-2020 I quarant’anni di Malgrado tutto

Gli ultimi tre numeri del 1994 sono di ottobre, novembre e dicembre. Nella terza pagina del numero di ottobre il giornale ospita le impressioni e suggestioni su Racalmuto di Massimo Onofri, l’autore del libro Storia di Sciascia presentato in occasione della pre-inaugurazione della Fondazione Sciascia. “L’occhio di Racalmuto” è il titolo dell’articolo: “Fino alla Pasqua di questo 1994 di Racalmuto conoscevo soltanto che, fantasmaticamente, era passato nella pagina tesa, scavata, di Leonardo Sciascia”, scrive Onofri. Al centro della pagina un ritratto di Sciascia di Henry Cartier Bresson.

Nel numero di novembre, la terza pagina ospita un saggio di Cecilia Kin, italianista russa amica di Leonardo Sciascia. Uno scritto dedicato a Fra Diego La Matina e a Morte dell’Inquisitore. “Il Brigante buono“, il saggio pubblicato nel 1988 nella raccolta Scelta o destino. Al centro pagina un disegno di Andrea Carisi dedicato al frate “eretico” di Racalmuto.

Nella terza pagina di dicembre il giornale pubblica, grazie alla generosità di Gesualdo Bufalino, un suo saggio dedicato all’isola: “Pro Sicilia“, straordinario scritto dello scrittore di Comiso. Al centro della pagina una suggestiva e bella fotografia di Enzo Sellerio realizzata a Racalmuto negli anni Sessanta.

 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Archivi


Facebook


Articoli Recenti: Malgrado Tutto Web

Ai nostri lettori

Ai nostri lettori

Ristrutturazione del sito. Da oggi, 4 agosto, sospendiamo la pubblicazione di nuovi articoli, la riprenderemo quando l’intervento di restyling sarà definitivamente completato

L’Estate di Regalpetra

L’Estate di Regalpetra

Racalmuto, le iniziative culturali organizzate dalla Fondazione Sciascia con il patrocinio del Comune

Ester Rizzo racconta le 21 Madri Costituenti

Ester Rizzo racconta le 21 Madri Costituenti

Bianca Bianchi ed Elettra Pollastrini

«La cecità mi ha risvegliato l’amore per la scrittura»

«La cecità mi ha risvegliato l’amore per la scrittura»

Benito Cacciato, dopo trent’anni dall’ultimo libro, pubblica il suo nuovo romanzo “Iaco”, uno spaccato della Sicilia dell’entroterra tra gli anni ‘70 e ‘80. «Non ci vedo più, ma la memoria mi si è fatta sottile e precisa»

“Mimosa d’oro”. Tutte le premiate

“Mimosa d’oro”. Tutte le premiate

Ieri la cerimonia di consegna al Tempio di Giunone