La storia di “Centoedieci” sbarca in America

da | 29 Gen 22

HAMILTON IN LINEA  La congiura dei loquaci di Gaetano Savatteri, tradotto in Inglese da Stave Eaton per l’editore Italica Press di New York, è arrivato anche ad Hamilton, nella comunità racalmutese dell’Ontario. Il libro racconta un fatto di cronaca nera avvenuto a Racalmuto nel 1944, l’omicidio dell’allora sindaco.  

Charles Criminisi

La “Congiura dei loquaci” di Gaetano Savatteri è il romanzo che mi è stato regalato durante il mio soggiorno a Racalmuto lo scorso settembre, in occasione dell’inaugurazione dei lavori di restauro di CasaSciascia. Si tratta, per l’appunto, di uno dei tanti doni che io e Joe Grimaldi abbiamo ricevuto e che custodiremo come un tesoro, perché ci arricchiscono e  rappresentano anche un modo per ricordarci delle ottime persone che abbiamo avuto il privilegio di incontrare nel periodo trascorso in Sicilia.

Steve Eaton

Sono grato per aver ricevuto la traduzione in Inglese di Steve Eaton, poiché la mia abilità di lettura in Italiano è limitata, nel senso che mi serve molto tempo per assimilare e comprendere la letteratura,  espressa in una lingua che non utilizzo quotidianamente.

Non ho letto la versione in Italiano del libro di Savatteri, ma la traduzione è davvero avvincente e la trama è molto coesa e ben sviluppata.

Per quanto riguarda la storia, ho compreso che si basa su eventi realmente accaduti a Racalmuto e nei suoi dintorni durante la Seconda Guerra Mondiale. Uno dei grandi benefici della lettura de La congiura dei loquaci è proprio il fatto che sono venuto a conoscenza di questo avvenimento che ignoravo. Una delle cose che apprezzo dei libri è proprio il fatto che non solo ti divertono, ma ti istruiscono e questo libro, chiaramente, fa entrambe le cose.

Ho apprezzato il pathos dei personaggi, descritti in maniera molto chiara dalla prosa asciutta ed elegante del Savatteri. La sua trascrizione delle conversazioni tra i personaggi è risultata particolarmente gradevole poiché non si limita a mandare avanti la storia, ma ha permesso di inoltrarmi nei meandri dello stato interiore ed emotivo dei personaggi.

E’ meravigliosa la descrizione delle solitudini, di coloro che s’industriano per proteggere e nascondere l’identità dell’assassino, cosi come di quelli che, impotenti, sono dei “pupazzi” nelle grinfie  dei “burattinai”; tutto ciò non solo mi ha portato all’interno della vicenda, ma anche nel vissuto di questi personaggi in quel periodo della storia siciliana.

In definitiva, posso affermare che questo libro mi è piaciuto molto e ne raccomando la lettura a chi desideri comprendere meglio il periodo storico ed i personaggi della vicenda ed allo stesso tempo si lasci coinvolgere da una storia avvincente, scritta da un autore nel suo momento migliore.  Non vedo l’ora di leggere il prossimo libro di Gaetano Savatteri!

Traduzione: Adele Maria Troisi

A Conspiracy of Talkers by Gaetano Savatteri

The first book I will review in this series of is A Conspiracy of Talkers (La congiura dei Loquaci) by Gaetano Savatteri.

This book was gifted to me while I was in Racalmuto in September 2021 for the opening of CasaSciascia. In fact it was one of many gifts Joe Grimaldi and I received and which we will treasure as they not only enrich us but also are reminders of the good people we have had the privilege of meeting during our time there.

I am thankful for the English translation by Steve Eaton as my ability to read Italian is limited in the sense that it takes me a very long time to digest and comprehend literature in a language that I do not use daily. I have not read the Italian version of Savatteri’s book but the translation is very compelling and the story holds together very well.

As for the story, I understand that it is based on real events that happened in and around Racalmuto during the Second World War. One of the great benefits of my reading A Conspiracy of Talkers is that I have learned of this event, of which I was previously ignorant. One of the things I love about books is that they not only entertain but educate. This one clearly does both.

Gaetano Savatteri

I loved the pathos of the characters, clearly depicted by Savatteri in beautiful and sparse prose. His writing of conversations amongst the characters was particularly enjoyable as it not only propelled the plot forward by gave me a clear understanding of the characters including their internal condition and emotional state.

The description of the two solitudes… those working to protect and hide the identity of the true murderer… as well as the powerless who are simply pawns of the puppet masters… is wonderful and drew me into the narrative as well as the societal condition of these people at that time in Sicily’s history.

Overall, I very much enjoyed this book and recommend to readers who wish to learn more about a moment in time and its people while, at the same time, being entertained by a captivating story written by an author at the top of his craft. I am very much looking forward to reading the next book by Mr. Gaetano Savatteri.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Archivi


Facebook


Articoli Recenti: Malgrado Tutto Web

Ai nostri lettori

Ai nostri lettori

Ristrutturazione del sito. Da oggi, 4 agosto, sospendiamo la pubblicazione di nuovi articoli, la riprenderemo quando l’intervento di restyling sarà definitivamente completato

L’Estate di Regalpetra

L’Estate di Regalpetra

Racalmuto, le iniziative culturali organizzate dalla Fondazione Sciascia con il patrocinio del Comune

Ester Rizzo racconta le 21 Madri Costituenti

Ester Rizzo racconta le 21 Madri Costituenti

Bianca Bianchi ed Elettra Pollastrini

«La cecità mi ha risvegliato l’amore per la scrittura»

«La cecità mi ha risvegliato l’amore per la scrittura»

Benito Cacciato, dopo trent’anni dall’ultimo libro, pubblica il suo nuovo romanzo “Iaco”, uno spaccato della Sicilia dell’entroterra tra gli anni ‘70 e ‘80. «Non ci vedo più, ma la memoria mi si è fatta sottile e precisa»

“Mimosa d’oro”. Tutte le premiate

“Mimosa d’oro”. Tutte le premiate

Ieri la cerimonia di consegna al Tempio di Giunone