La musica la sua più grande passione. Racalmuto, è morto Tonino Falletta

di | 2 Set 21

Accanto alla musica, Tonino aveva una virtù straordinaria: quella di essere vicino a tanti ragazzi diversamente abili. Il ricordo di Gigi Restivo.

Tonino Falletta

La telefonata arrivava puntuale, ogni anno, intorno al 20 dicembre: “Compà, siamo pronti per le novene?”. E così qualche giorno dopo, di solito il 23 dicembre, partiva il tam tam: appuntamento per tutti davanti la Chiesa Madre alle 19,00 e poi in giro per tutto il paese, a cantare innanzi alle decine di edicole votive, addobbate come ogni Natale nel segno di una tradizione ritrovata e rinnovata alla fine degli anni ‘70.

Tonino al fischietto, io alla fisarmonica, Totò Picone al tamburello, Giuseppe Cardillo alla tromba, e non mancava mai Sergio Alaimo, suo amico fraterno; ma spesso, quando mi si rattrappivano le mani e scordavo gli accordi, passava lui dal fischietto alla fisarmonica.

Tonino Falletta aveva un entusiasmo contagioso ed ogni anno il piccolo gruppetto si ingrossava sempre di più e tutti coloro che avevano addobbato le edicole ci aspettavano ogni anno con i taralli e l’amaro Averna pronti per rifocillare i suonatori nelle fredde giornate di dicembre.

Tonino aveva girato il mondo con il gruppo folkloristico “Città di Agrigento” ma era sempre presente e disponibile anche per i tanti gruppi che erano cresciuti a Racalmuto. Nella seconda metà degli anni ‘80, con Tonino e Totò Viscuglia, durante il lungo periodo estivo, facevamo il giro degli alberghi agrigentini per allietare i tanti turisti che visitavano la città del Templi: i primi soldi, per me, guadagnati suonando la fisarmonica.

Ma accanto alla musica, che era certamente la sua più grande passione, Tonino aveva una virtù straordinaria: quella di essere vicino a tanti ragazzi diversamente abili. Durante il mio mandato di Sindaco, dal 2002 al 2007, restano indimenticabili le tante serate passate al Centro Padre Cipolla.

Era un momento di festa: tutti i ragazzi gli saltavano addosso e lui, con pazienza, aveva una parola, una carezza, un incoraggiamento per ciascuno.

Conosco Tonino da quasi quarant’anni: conoscevo il suo papà, una persona straordinaria, e la sua grande famiglia e mi piace ricordarlo con questa foto in cui, dopo aver girovagato per l’intero paese, intorno alle 2 del mattino, ci siamo attardati, come facevamo sempre alla Piazzetta per concludere la serata.

Caro Tonino, Sono certo che se nel luogo in cui adesso ti trovi, c’è un fischietto o una fisarmonica, allieterai tutti quanti con la tua allegria, il tuo entusiasmo, la tua voglia di vivere.

Ciao compà

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1 commento

  1. Avatar

    Oggi per me è un tristissimo giorno.
    Qualsiasi cosa io possa dire su Tonino Falletta non rappresenterebbe sicuramente la persona che era e il talento smisurato che
    aveva nella musica.
    Buon viaggio compà…amico e compagno di tanti momenti passati assieme con la musica, con i tanti spettacoli fatti in giro per il mondo.
    Buon viaggio compà.
    La tua era passione vera per il folk. Io facevo quello che potevo. Tu eri un vero trascinatore e lo sei stato sia sul palco che nella vita quotidiana.
    La musica l’avevi nel sangue.
    Buon viaggio compà.
    Hai lasciato in segno indelebile in tutti quelli che ti conoscevano e rimmarrai sempre nel mio cuore.
    Buon viaggio compà.
    Ti ricorderò sempre con quel bel sorriso e la tua allegria.
    Buon viaggio compà.

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

About Gigi Restivo

Gigi Restivo SPIGOLANDO IN ARCHIVIO di GIGI RESTIVO. Avvocato. Dagli scaffali di Malgrado Tutto, le foto, gli articoli, i ritagli di giornali divenuti pezzi introvabili.

Connect

View all Posts

Articoli

Cerca nell’archivio

Archivi


Facebook