Istituto “Toscanini”, nel 2021 nuovi corsi accademici

da | 31 Dic 20

Gli studenti potranno proseguire e completare il percorso di laurea nell’Istituto di Studi Musicali di Ribera 

Si arricchisce l’offerta formativa dell’Istituto Superiore dii Studi Musicali “Arturo Toscanini” di Ribera.

“I decreti, arrivati oggi, dal Ministero dell’Università e Ricerca – spiega il Direttore dell’Istituto Mariangela Longo – consentiranno di attivare già da Gennaio 2021 i Corsi Accademici di Secondo livello AFAM ( laurea magistrale)  di Basso Tuba,  Contrabbasso, Corno, Eufonio, Strumenti a Percussione, Tromba, Tromba jazz, Trombone, a completamento dei relativi Trienni di primo livello già attivi”.

“Una buona notizia – sottolinea la professoressa Mariangela Longo – tanto attesa dagli studenti, anche internazionali, che potranno cosi proseguire e completare il percorso di laurea presso il nostro Istituto. Auguriamo a tutti un Buon 2021 con il Tricolore, simbolo di memoria, impegno, solidarietà e speranza”.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Archivi


Facebook


Articoli Recenti: Malgrado Tutto Web

Ai nostri lettori

Ai nostri lettori

Ristrutturazione del sito. Da oggi, 4 agosto, sospendiamo la pubblicazione di nuovi articoli, la riprenderemo quando l’intervento di restyling sarà definitivamente completato

L’Estate di Regalpetra

L’Estate di Regalpetra

Racalmuto, le iniziative culturali organizzate dalla Fondazione Sciascia con il patrocinio del Comune

Ester Rizzo racconta le 21 Madri Costituenti

Ester Rizzo racconta le 21 Madri Costituenti

Bianca Bianchi ed Elettra Pollastrini

«La cecità mi ha risvegliato l’amore per la scrittura»

«La cecità mi ha risvegliato l’amore per la scrittura»

Benito Cacciato, dopo trent’anni dall’ultimo libro, pubblica il suo nuovo romanzo “Iaco”, uno spaccato della Sicilia dell’entroterra tra gli anni ‘70 e ‘80. «Non ci vedo più, ma la memoria mi si è fatta sottile e precisa»

“Mimosa d’oro”. Tutte le premiate

“Mimosa d’oro”. Tutte le premiate

Ieri la cerimonia di consegna al Tempio di Giunone