“Immagina Racalmutu”

di | 31 Mag 21

Le poesie di Giovanni Salvo

Giovanni Salvo

IMMAGINA RACALMUTU

*_*_*

 Nun sulu sali ‘nni stu paisi ardusu

ca l’arabi cci ficiru un dammusu

Ricordu di funtani antichi di lavanneri

 la memoria regna forti e  pari aieri

Tra li viuzzi s’ergi lu cannuni

castieddru cu sutta un funtanuni

 La larga chiazza e lu monumentu l

u cadutu in guerra, ricorda lu spavientu

A lu teatru Regina Margherita

paisi ca cu  l’arti si marita

 Taralli cunzatui cu zuccaru e limuni

vieni a Racalmutu sentiti patruni

 La Parma, quartieri di forti fidi

lu Munti suvrasta, lu cori arridi

 La casa di lu scritturi a cantunera

Immagina la vita, la storia torna vera

 

1 commento

  1. Avatar

    Con “semplicità” eloquente ed esaustiva il poeta tentacolare G. Salvi verga , tratteggia e compendia il.passato, il presente e per quanto possibile il futuro di Racalmuto.
    Il”sale”, ” lu “scritturi”, lu “teatru”, li “cannola” etc.
    LE caratteristiche e le peculiarità
    specifiche di “Regalpetra” ci sono tutte e fruibili a tutti e ci ricordano che il passato del “paese della ragione” é il futuro
    di questa cittadina.

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli

Cerca nell’archivio

Archivi


Facebook