Il Sole 24 Ore: La Strada degli Scrittori un’eccellenza tutta siciliana

|




Il quotidiano di economia e finanza, in seconda pagina, a firma di Nino Amadore, pubblica oggi un servizio dedicato alla maglia nera ancora una volta destinata ad  Agrigento, nella classifica delle province d’Italia per qualità della vita, ma riserva un intero spazio esclusivamente al progetto ideato da Felice Cavallaro.

Felice Cavallaro con Gaetano Pendolino

Felice Cavallaro con Gaetano Pendolino

Qualità della vita: per il Sole 24 Ore la Strada degli Scrittori, ovvero quei pochi chilometri che si snodano da Caltanissetta a Porto Empedocle, passando per Racalmuto, Favara e Agrigento, rappresenta un’eccellenza tutta siciliana. Il quotidiano di economia e finanza, in seconda pagina, a firma di Nino Amadore, pubblica oggi un servizio dedicato alla maglia nera ancora una volta destinata ad  Agrigento, nella classifica delle province d’Italia per qualità della vita, ma riserva un intero spazio esclusivamente alla Strada degli Scrittori, definendola  come una proposta “che ha una grande forza di innovazione sociale, oltreché culturale e turistica”.

Pur assegnando l’ultimo posto ad Agrigento, il Sole 24 Ore individua nel progetto della Strada degli Scrittori, dedicato a Luigi Pirandello, Leonardo Sciascia, Andrea Camilleri, Antonio Russello, Pier Maria Rosso di San Secondo, una proposta “che potrebbe avere un grande impatto economico”.

L’intervista a Felice Cavallaro, giornalista del Corriere della Sera e ideatore del progetto, spiega meglio quanto sia importante che siano in rete tutti i soggetti che operano nel territorio. Il Sole 24 Ore  la definisce “un’occasione unica” che ha la  “forza di dare uno scossone al torpore”.  Significativo, dunque, l’incoraggiamento che proviene dal quotidiano nazionale nei confronti di quanti, dall’inizio, hanno sostenuto il progetto pilota, tra cui il presidente del Distretto turistico regionale Valle dei Templi, Lillo Firetto, e l’amministratore, Gaetano Pendolino:  viene riconosciuta la bontà della via intrapresa e la Strada degli Scrittori è la dimostrazione di come dalle idee e da percorsi innovativi si possa avviare un processo di sviluppo e migliorare la qualità della vita anche nell’area ritenuta peggiore in Italia. Dalla condivisione di processi d’innovazione e azioni di marketing si può sperare per il futuro, affermano.

Altro motivo di soddisfazione giunge proprio dalla prima in classifica, Ravenna, che sabato prossimo, 6 dicembre, nella sede del Comune, ospiterà la Strada degli Scrittori per una giornata dedicata a Leonardo Sciascia, nel 25° della sua scomparsa. Tra gli ospiti, Felice Cavallaro e Rosario Castelli dell’Università di Catania.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *