“Il Popolo di Trame”. Una mostra racconta il Festival dei libri sulle mafie

|




Le prime cinque edizioni di “Trame” negli  scatti di Mario Spada. L’installazione farà da cornice agli incontri della sesta edizione del festival che si svolgerà a Lamezia Terme dal 15 al 19 giugno 2016.

#Trame6_10_06_2016_IlPopolodiotrame_inaugurazione.jpgDSC_0285 (1)

Dal 15 al 19 giugno a Lamezia Terme torna in scena “Trame, festival dei libri sulle mafie”, con la direzione di Gaetano Savatteri.

Tra gli ospiti: Corrado Formigli, Andrea Vianello, Pif, Emiliano Fittipaldi, Giulio Cavalli, Giuseppe Ayala, Marco Travaglio, Dario Brunori, Ignazio Marino, Giusi Nicolini, Paolo Briguglia, Carmelo Galati e tanti tanti altri. Cinque giorni di incontri, libri, teatro, musica.

Farà da cornice agli incontri la mostra fotografica di Mario Spada, fotografo ufficiale del festival, che racconta le prime cinque edizioni del Festival.

#Trame6_10_06_2016_IlPopolodiotrame_inaugurazione.jpgDSC_0290 (1)

“Il popolo di Trame”, questo il titolo della mostra, curata da Giuseppe Prode e allestita all’interno del Chiostro di San Domenico.

Luoghi, persone, volti, piazze sono i protagonisti di un incontro fotografico unico nel suo genere che vuole ripercorrere, attraverso l’osservazione delle immagini, la dialettica divulgativa di Trame.

#Trame6_Giuseppe Prode10_06_2016_IlPopolodiotrame_inaugurazione.jpgDSC_0287 (1)

“La mostra punta i riflettori sul primo lustro di Trame Festival. Idealmente qui raccontiamo una giornata, dall’alba al tramonto, tra persone, dibattiti, incontri, installazioni. E’ palpabile come i ragazzi, il vero popolo di Trame, da pochi, all’inizio, diventano un vero e proprio esercito; hanno un’uniforme che è ambitissima, la maglietta con questa mano straordinaria disegnata da Guido Scarabottolo. La mostra tratteggia e definisce i contorni dell’idea principe del Festival restituendo a pieno questi cinque anni con un’azione interattiva da parte del pubblico intervenuto all’inaugurazione. Abbiamo 320 fotografie che saranno attaccate una per una su un grande pannello quasi a formare un mosaico, una rappresentazione fedele di quello che è stato Trame fino ad oggi” – cosi Giuseppe Prode curatore dell’installazione.

trame 1

Mario Spada: “Questa mostra è nata da un’idea del comitato direttivo di Trame. Con Giuseppe abbiamo scelto di lavorare sui volti del popolo del Festival; non essere legati quindi ai “personaggi” che hanno calcato i palchi di Trame. Le foto sono state stampate dal laboratorio MEF ed elaborate da Fuori Gamut. Durante Trame.6 sarà selezionata una foto al giorno che sarà aggiunta al mosaico di 10×15 già realizzato durante questa inaugurazione; questa fase dell’installazione potrebbe essere definita “Popolo di Trame work in progress”. Il vero popolo di Trame è fatto dai volontari; i giovani che vengono qui per conoscere e conoscersi, amarsi e fare amicizia. Quest’anno, mai sottotitolo più appropriato “Viva la libertà”, la libertà di crescere. Documentiamo, attraverso l’osservazione degli scatti, la crescita del Festival; una kermesse che non è più fatta solo di libri ma anche di musica, teatro e parole.”

trame 2

La mostra sarà visitabile gratuitamente dalle 17.00 alle 19.00.

#iosostengotrame e tu?

Trame ha bisogno del tuo aiuto per continuare ad esistere e combattere le #mafie con la cultura

fai una donazione su www.tramefestival.it e promuovi l’iniziativa

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *