Il Parco della Valle dei Templi un sito sempre più attrattivo

|




Agrigento, lunedì 13 maggio a Casa Sanfilippo la presentazione della ricerca curata dal prof. Mario Abis, docente di Statistica e Ricerche di Mercato presso L’Università Iulm di Milano

Valle dei Templi Agrigento

Lunedì 13 maggio, alle ore 10,00, a Casa Sanfilippo verrà presentata dal prof. Mario Abis, docente di Statistica e Ricerche di Mercato presso L’Università Iulm di Milano, la ricerca: “L’impatto socioeconomico del Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi”.

Il Direttore del Parco Archeologico Giuseppe Parello

“Dalla ricerca emerge – anticipa il direttore Giuseppe Parello –  che il Parco si conferma un sito sempre più attrattivo e di forte interesse e genera effetti positivi sul sistema produttivo e occupazionale locale: nel 2018 si stima che 470mila dei 950mila visitatori del Parco abbiano effettuato spese aggiuntive al biglietto di ingresso per un ammontare complessivo di 87,6 milioni di euro e nell’economia locale queste spese hanno attivato una produzione aggiuntiva di beni e servizi per 217,7 milioni di euro e occupazione per 2.000 unità di lavoro annue. La 74° edizione del Mandorlo in Fiore 2019, appuntamento di riferimento per la valorizzazione della cultura siciliana, è stata l’occasione e cornice privilegiata per l’instaurarsi di una sinergia virtuosa tra RSM ed il Parco, al fine di sostenere e promuovere l’identità e la crescita culturale siciliana. Il Parco, infatti, ha tra le sue principali finalità, la tutela e la valorizzazione dei beni archeologici, paesaggistici e ambientali della Valle e l’identificazione, la conservazione, gli studi e la ricerca dei beni archeologici, paesaggistici e ambientali a fini scientifici e culturali. RSM, da parte sua, da sempre interessata ai tessuti sociali e alle leve culturali con cui interagisce, ha condiviso le proprie competenze nell’area delle ricerche socioeconomiche e ha condotto una ricerca in cui è emersa – conclude Parello – l’imponenza dell’impatto di un sito culturale di tale portata sull’ambiente circostante”.

 

 

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *