“Il ministro Franceschini salvi il Premio Sciascia-Racalmare”

|




E’ quanto chiedono il presidente della commissione Cultura del Senato, Andrea Marcucci, e il deputato Pd Michele Anzaldi. “Il Mibact potrebbe valutare di commissariare il Premio, affidandolo alla Regione Sicilia”.

Il Ministro Dario Franceschini

Il Ministro Dario Franceschini

“Anche se la questione riguarda il Comune di Grotte e gli organizzatori, il ministro dei Beni Culturali valuti se non sia opportuno trovare il modo di intervenire per salvare il Premio Sciascia-Racalmare, l’unico dedicato al grande scrittore, che lo ha fondato e guidato per primo. Il Mibact potrebbe valutare di commissariare il Premio, affidandolo alla Regione Sicilia”.

E’ quanto dichiarano il deputato Pd Michele Anzaldi e il senatore dem Andrea Marcucci, presidente della commissione Cultura del Senato.

“Non c’è bisogno di ricordare il ruolo che ha avuto Sciascia – spiegano Anzaldi e Marcucci – nella lotta alla mafia. Fu grazie ad una sua opera indimenticata, ‘Il giorno della civetta’, che la pervasività di Cosa Nostra fu raccontata al mondo, grazie all’apprezzamento internazionale che lo scrittore riscuoteva. Nel primo anno in cui è salito al Quirinale un siciliano stimato come il presidente Mattarella, sarebbe giusto provare ad evitare di dare ai siciliani e a tutti coloro che lottano quotidianamente contro la mafia il dispiacere di vedere chiudere il Premio che porta un nome così evocativo. E’ difficile credere che un premio dedicato a Sciascia non possa rappresentare un valore aggiunto, per qualsiasi territorio lo proponga. Leonardo Sciascia diceva che l’Italia è un paese senza memoria: almeno su questo, sarebbe giusto cercare di non dargli ragione”.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *