“I libri contro le mafie educano alla legalità”

|




Massimo Bray, Direttore dell’Enciclopedia Italiana: “Ci insegnano l´importanza di essere cittadini che vogliono sconfiggere le mafie”. Entusiasma e coinvolge gli studenti, nelle scuole della Calabria, il progetto della Treccani “Ti Leggo”, viaggio nelle forme della scrittura sul tema della legalità e delle mafie.

ti-leggo-600x229

Ti Leggo “I libri contro le mafie”, il viaggio in Calabria nelle forme della scrittura sul tema della legalità e delle mafie è il progetto Treccani che ha scelto in Calabria la Fondazione Trame quale partner culturale.

L´iniziativa, rientrata nella rassegna “Libriamoci. Giornate di lettura nella scuola”, promossa dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca è stata realizzata grazie al partenariato con l´ALA – associazione antiracket  Lamezia onlus, l´ACIPAC – Associazione Commercianti Imprenditori Professionisti Antiracket Cittanova; l´Associazione Antiracket Lucio Ferrami onlus – Cosenza, il Progetto Gutenberg e Fondazione Imes Catanzaro e l´UNICAL  – Università della Calabria.

La rassegna di incontri ha contato dieci appuntamenti in altrettanti Istituti superiori della Calabria, cinque autori e sei libri per un percorso itinerante nel mondo dei “libri contro le mafie” che ha coinvolto circa 1500 studenti.

Dall´avamposto di lettura di Lamezia Terme la fitta serie di incontri ha dato vita ad una vera e propria maratona di lettura iniziata il 25 e conclusa il 29 ottobre 2016.

Da Lamezia Terme, dove ha fatto tappa presso i Licei: “Galileo Galilei”, “T. Campanella”, “F. Fiorentino”, gli Istituti “De Fazio” e “L. Einaudi”, coinvolgendo di quest´ultimo anche il corso per adulti, a Catanzaro con gli alunni del  Liceo Classico “P. Galluppi”;  e ancora a Rende all´Università della Calabria, poi in provincia di Reggio Calabria presso il Liceo Scientifico “M. Guerrisi” di Cittanova e  all´ITIS  Conte M.M. Milano di Polistena.

Armando Caputo, Presidente Fondazione Trame

Armando Caputo, Presidente Fondazione Trame

“A nome di tutta la Fondazione Trame– dice il Presidente  Armando Caputo-voglio ringraziare Massimo Bray e l’Istituto Treccani per averci dato, ancora una volta, l’opportunità di interagire con un partner così autorevole. Il ringraziamento va esteso naturalmente a tutti gli Istituti scolastici che hanno partecipato, ai dirigenti, ai docenti e ai ragazzi, per l’impegno e la serietà con cui hanno preparato gli incontri con gli autori. Un ringraziamento oltre che all’ALA, che ha partecipato fattivamente ai percorsi nelle scuole di Lamezia, anche al Progetto Gutenberg di Catanzaro e alle altre associazioni antiracket partner negli altri istituti calabresi».

I libri di Federica Angeli, Bianca Stancanelli, Marzia Sabella, Gaetano Savatteri, John Dickie, hanno fatto da guida ad un percorso di lettura  che ha restituito, nei vari incontri, domande e recensioni.

Massimo Bray

Massimo Bray, Direttore dell’Enciclopedia Italiana

«Libri in cui si parla dell´importanza della lotta alle mafie-dichiara nel suo messaggio Massimo Bray, già ministro dei Beni Culturali e Direttore Generale dell´Enciclopedia Italiana -Libri che hanno appassionato i ragazzi e gli adulti e hanno, soprattutto,  esaltato il valore della lotta alle mafie. Libri che ci insegnano l´importanza di essere cittadini che vogliono sconfiggere le mafie. Alla fine di questo percorso, da queste recensioni, da questo laboratorio, faremo in modo di creare un festival che si ripeterà ogni anno dedicato alla lotta alle mafie, puntando sul valore della lettura. Solo una Cultura in grado di coinvolgere e che parte dai ragazzi è la forma migliore per creare dei cittadini che vogliano difendere con tutte le loro forze il valore della legalità».

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *