Fondato a Racalmuto nel 1980

Una Marina di Libri, gli scrittori che ci mancano

Nella terza giornata del Festival dell’Editoria Indipendente conversazioni e approfondimenti sugli intellettuali siciliani che non ci sono più e che ci hanno lasciato preziosi patrimoni da custodire, come Gioacchino Lanza Tomasi e Leonardo Sciascia. Tutti gli appuntamenti di oggi

Leonardo Sciascia fotografato da Angelo Pitrone

Una Marina di Libri, nella terza giornata del festival nuove presentazioni di romanzi, saggi, poesie, con letture ad alta voce e mostre per l’infanzia, di esordi nel mondo della scrittura, e poi dialoghi intorno allo stato dell’editoria e alla promozione alla lettura con Libri al Sud.

Si parlerà di scrittrici e scrittori che ci mancano come Franz Kafka, conversazioni e approfondimenti sugli intellettuali siciliani di respiro internazionale, che non ci sono più e che ci hanno lasciato preziosi patrimoni da custodire, come Gioacchino Lanza Tomasi e Leonardo Sciascia.

Gioacchino Lanza Tomasi (Foto Archivio Strada degli Scrittori)

E ancora si discuterà con giornalisti e magistrati di inchieste, reportage e legalità nella sezione Il dovere di informare: raccontare l’antimafia, gli incontri sono organizzati in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti di Sicilia (validi per i crediti formativi della professione).

A poco più di un mese dalle celebrazioni del 400esimo “festino” in onore della Santuzza, Una marina di libri rende omaggio a Santa Rosalia, patrona di Palermo, attraverso un libro che uscirà in questi giorni e una performance teatrale; il calendario della giornata propone un reading sul tema della pace e la presentazione al pubblico di rassegne culturali di teatro e musica che animeranno le serate estive siciliane. Appuntamento anche con La Summer School in Traduzione Letteraria, con I Segni di Rosalia, e con l’affollatissimo speakers’ corner, microfono aperto per scrittori e poeti emergenti, ed infine spettacoli itineranti nel pomeriggio e musica sui palchi serali.

Alcuni appuntamenti della giornata

Un Marina di Libri

Teatro Coop: Salvo Piparo con 400Anni (Dario Flaccovio Editore), con l’autore: Mario Azzolini, Ignazio E. Buttitta, Tiziana Martorana e Gaetano Savatteri; ore 18, Il dovere di informare: raccontare l’antimafia. Incontro con Teresa Principato ed Elvira Terranova, a cura di ODG Sicilia; ore 19, La poesia come atto di resistenza nella Palestina di oggi e di ieri, incontro e reading Emuse, Almutawassit, con gli interventi di Khaled Soliman Alnassiry, Sana Darghmouni, Gabriele Del Grande, con la partecipazione di Fatena Al Ghorra, poetessa di Gaza; ore 20, Il dovere di informare: raccontare l’antimafia. Incontro con Giacomo Di Girolamo e Nello Trocchia, a cura di ODG Sicilia; ore 21, Vinicio Marchioni con Tre notti (Rizzoli), insieme all’attore di cinema, teatro e tv, la giornalista Tiziana Martorana; ore 22, SANTE DELIZIE, performance teatrale di Francesca Picciurro, con Francesca Picciurro e Marzia Cillari.

Palco Tenute Orestiadi: Ore 12:30, “Libri al sud” un dibattito sullo stato delle politiche di promozione dei libri e della lettura tra festival letterari, patti per la lettura, biblioteche, librerie ed editori. Intervengono: Nicola Macaione, Presidente di ALI Palermo, Fabio Del Giudice, direttore AIE, Renato Alongi, Rete bibliotecaria BIblio TP, Domenico Occhipinti, autore di “Seguirà firmacopie. Festival e rassegne in Sicilia” (Navarra Editore), Margherita Perez, direttrice Biblioteca Regionale Siciliana, Ottavio Navarra, Gaetano Savatteri; ore 18.30, Le scrittrici e gli scrittori che ci mancano Kafka. Un mondo di verità, intervengono: Giorgio Fontana e Adriano Sofri; ore 19.30, C’era la guerra in Cecenia (Sellerio) di Adriano Sofri, con l’autore Elvira Terranova; 21.30, Presentazione di Orestiadi 2024, intervengono: il Sindaco di Gibellina, Salvatore Sutera, l’Amministratore di Tenute Orestiadi, Rosario Di Maria, il Presidente della Fondazione, Calogero Pumilia, il Direttore Artistico del Festival Alfio Scuderi e l’assessore alla Cultura Matteo Fontana. L’incontro è a cura di Tenute Orestiadi, Fondazione Orestiadi e Comune di Gibellina.

Casa Forst: ore 11:30, Carola Cusani con Il libro di Teresa (Marietti1820), interviene Costanza Quatriglio; ore 17, Conversazione intorno a Giuseppe Tomasi Lampedusa. Presentazione dei libri “Lampedusa e la Spagna” di Gioacchino Lanza Tomasi e “Il Principe fulvo” di Salvatore Silvano Nigro, entrambi i libri sono pubblicati da Sellerio. Intervengono: Salvatore Ferlita, Salvatore Silvano Nigro e Nicoletta Polo Lanza Tomasi.

Spazio Cam: ore 12.30, Andare per i luoghi dell’editoria (Il Mulino) di Roberto Cicala, interviene Giulia Geraci; ore 18, Sguardi su Leonardo Sciascia: letteratura, impegno civile, arte visiva e cinema “Leonardo Sciascia nello scacchiere della letteratura italiana del ‘900” con Salvatore Ferlita, “L’impegno civile per la rinascita culturale di Gibellina e del Belìce” con Tanino Bonifacio; “Sciascia e le arti visive, un caleidoscopio critico” con Giuseppe Cipolla; “Sciascia e il cinema” con Ivan Scinardo; ore 19, Vito Lo Scrudato presenta Il Sicario e Shakespeare (Navarra Editore), con Bernardo Puleio e Mario Pintacuda; ore 20, Polveriera Tunisia. Cronache da un Paese al collasso (Rizzoli) di Sara Giudice, interviene Ninfa Colasanto; ore 21, Reading for Peace. Dialoghi e letture a cura di Paola Caridi, curatrice della collana La Stanza del Mondo Hopefulmonster editore.

Terrazza, ore 11.30, per I Segni di Rosalia – Il terzo sesso (Il Saggiatore) di Ines Testoni, con gli interventi di Valeria Patera, Pietro Perconti, Gea Schirò. L’incontro è a cura di Una marina di libri.

Palco del Sole: ore 16.30, “Segesta Teatro Festival” presenta l’edizione 2024, intervengono: Luigi Biondo, Claudio Collovà. Introduce e modera: Rosa Guttilla.

Spazio Monsù: ore 17, Spazio Monsù, per I segni di Rosalia – Ultracorpi (minimum fax) di Francesca Marzia Esposito, con gli interventi di Valeria Patera e Salvatore Tedesco; ore 18, Marielle Anselmo con Verso il mare (Affinità elettive), interviene Sara Manuela Cacioppo, incontro a cura di Institut français Palermo e Una marina di libri; ore 21, L’armaru (Navarra Editore) di Mariacristina Di Giuseppe. Intervengono: Laura Mollica e Giuseppe Greco. Modera Edoardo De Angelis; ore 22:30 Concerto Touch the sound project di Davide Santacolomba.

Spazio Dudi: Ore 11:30, “15 cose da fare per il mio pianeta”, lettura ad alta voce e piccoli esperimenti tardi dal libro di Editoriale Scienza, a cura di Agnese Baruzzi, autrice e illustratrice; ore 16:30 , “Blob per un po”, lettura ad alta voce e laboratorio creativo, a cura di Giovanni Colaneri, illustratore e autore del libro Blob edito da Hopi; ore 17.30, 30 “Detective Linus” , lettura ad alta voce e caccia al tesoro a cura dell’autore Angelo Mozzillo tratto dalla serie edita da Il Battello a vapore.

Il Festival, nato da un’idea di Maria Giambruno, è organizzato dall’Associazione Una marina di libri E.T.S. in collaborazione con il Centro Commerciale Naturale Piazza Marina & Dintorni, Navarra Editore, Sellerio Editore e Libreria Dudi. Con il patrocinio di Comune di Palermo, Città metropolitana, Regione Sicilia, Università degli Studi di Palermo e AIE – Associazione Italiana Editori. Per il quarto anno consecutivo alla guida del festival il giornalista e scrittore Gaetano Savetteri.

 

Condividi articolo:

spot_img

Block title

“Con il passare degli anni stavo perdendo la memoria dei miei posti”

Così Milena Palminteri spiega come è nato il suo Come l’arancio amaro, il libro, edito da Bompiani, ambientato a Sciacca

L’Estate nella Valle dei Templi

Varato dal Parco Archeologico il programma delle iniziative

“Pirandello di sbieco”. A Le Fabbriche la presentazione del saggio di Salvatore Ferlita

Agrigento, la presentazione è in programma nell'ambito dell'iniziativa "le Fabbriche Fest"

L’Inferno di Dante alle Gole dell’Alcantara

Al via la nuova edizione del lavoro teatrale più visto in Sicilia negli ultimi anni.