Fondato a Racalmuto nel 1980

“I lati oscuri dei sentimenti e della sessualità”

“L’estate di Sicari”, quell’intreccio che coinvolge scrittori, notai, un editore e una misteriosa ragazza. A “Una Marina di Libri” la presentazione del romanzo di Luigi Galluzzo

Luigi Galluzzo

A Sicari, paese sospeso tra terra e mare, Lea Icardi, scrittrice di successo, viene trovata morta nella sua casa in centro città. Le prime indagini, frettolose e sbrigative, additano come colpevole la giovane fidanzata. Ma è la verità? Elena Martire, ex commissaria con la gravosa abilità di presentire i delitti, si vede suo malgrado coinvolta nelle indagini, catturata dalla bellezza di Thea e dalla straordinaria somiglianza con Eva, il suo grande amore. In un crescendo di mezze verità, vicoli ciechi e colpi di scena, Elena si troverà a fare i conti con il suo passato, la sua sessualità e anche le sue idee di giustizia e lealtà. Un intreccio che coinvolgerà scrittori, notai, un editore e una misteriosa ragazza, tutti accomunati da sentimenti incerti e un agire contraddittorio e inconfondibilmente umano.

“L’Estate di Sicari”, edito da Laurana, è il secondo romanzo di Luigi Galluzzo e segna, dopo “I giusti e i Peccatori” il ritorno di Elena Martire alle indagini. Al di là dell’intreccio poliziesco, la narrazione punta a indagare in profondità la psicologia femminile, scavando nelle molte ambiguità dell’agire umano  e nei segreti inconfessabili delle relazioni sentimentali e di quelle familiari.

Il romanzo sarà presentato oggi, alle 18,30, a “Una Marina di Libri”, il Festival dell’Editoria Indipendente in corso in questi giorni a Palermo al Parco Villa Filippina. Dialogheranno con l’autore Antonella Galli, Giancarlo Macaluso e Gaetano Savatteri.

“Questo secondo romanzo, come già il primo –  spiega Galluzzo – ha l’ambizione di sviscerare i lati oscuri dei sentimenti e della sessualità, senza dare mai niente per scontato e per acquisito. Sono sempre stato affascinato dalle donne, dalla loro personalità, dalla forza, penso che il mondo femminile possegga sempre qualcosa di più profondo e al tempo stesso di estremamente sfuggente. In quanto ad Elena Martire, la protagonista dei miei romanzi, è una donna curiosa, ma sempre lacerata da mille dubbi, convinta com’è che solo i poveri di spirito si nutrono di certezze. Mi piace allora citare questo passaggio del libro, una sorta di monologo interiore di Elena che ne condensa la filosofia di vita: “Sei stata la mia vita e la mia carne, sei stata come il vento che asciuga il dolore, il balsamo delle ferite e una promessa di avventura; sei stata tutto ciò che volevo e che ero, sei stata la concretezza dell’essere e l’astrattezza di un momento, ho avuto attimi di eternità e passioni che non finiranno, ho avuto la bellezza e la verità, ho avuto una possibilità. Ma ti ho perduta per sempre e mai più ti riavrò”.

_____________________

UNA MARINA DI LIBRI

gli altri appuntamenti di oggi

Teatro Coop: ore 18.30, presentazione postuma di Ventunotrentuno (Navarra Editore) di Alessio Calaciura, artista del legno scomparso a febbraio, a dialogare col pubblico il fratello Giosuè insieme a Brunella Lottero e Giuseppe Marsala, letture di Gigi Borruso e Consuelo Lupo; ore 19.30 Romanzo urbanistico. Storie dalle città del mondo (Sellerio) di Maurizio Carta, interviene Laura Anello; ore 20.30 Daria Bignardi con Ogni prigione è un’isola (Mondadori), interviene Marina Turco (seguirà firmacopie); ore 21.30 concerto dei Kajros con Marcella Nigro (voce) Valerio Buscetta (contrabbasso), Marcello Cinà (sax), Fabio Lo Verde (piano), Pietro Venturella (batteria), Nicolò Buffa (chitarra), Egidio Di Bartolo (percussioni), a cura di Una marina di libri.

Palco Tenute Orestiadi: ore 11.30, “Nuovi Europei” | Rivista Scomodo. Intervengono: Carla Monteleone, Università degli Studi di Palermo, Francesco Paolo Savatteri, «Scomodo», Giacomo Stroppa, «Scomodo», modera Mauro Buscemi, Università degli Studi di Palermo; ore 17.30, Libri e fiction, la trasposizione narrativa dal testo scritto alla multimedialità con Filippo Luna, Gaetano Savatteri, Salvo Toscano, modera Maristella Panepinto; ore 19.30, Le scrittrici e gli scrittori e che ci mancano. Omaggio a Irène Némirovsky, con le letture di Anna Bonaiuto da Suite francese. Traduzione Laura Frausin Guarin, Adelphi Edizioni/ Emons audiolibri. A cura del Festival delle Letterature Migranti e di Una marina di libri all’interno del progetto FLM Ad Alta voce finanziato dal Cepell – Centro per il libro e la lettura. A introdurre l’appuntamento: Davide Camarrone e Sara Manuela Cacioppo.

Palco del Sole: ore 18.30, Francesco Terracina presenta Mal di Sicilia (Laterza), con l’autore Maurizio Guarnieri.

Spazio Cam: ore 19, La promessa del ritorno (Hopefulmonster editore) di Evelina Santangelo, con la scrittice Andrea Cusumano.

Casa Forst: ore 18, Storie senza frontiere di Gigliola Alvisi (Piemme) dialoga con Laura Guarenti, responsabile medico progetto di Palermo sui sopravvissuti a torture, modera Marta Occhipinti.

Spazio Monsù: reading e musica, ore 20.00 Il vino è un bene di lusso solo per gli astemi (Pietro Vittorietti edizioni) di Giuseppe Natoli, con Vincenzo Crivello e Maria Antonietta Pioppo; ore 22.30 concerto dei Pacha kama: Alessio Oliva (congas e cajon), Mattia Franchina (basso), Peppe Lana (fisarmonica), Alessandro Venza ( timbales), Sebastian Torres (voce e chitarra elettrica), a cura di Parco Villa Filippina.

Spazio Dudi; ore 18:30, Il Divano (Ideestortepaper) di Carlotta Galbo, illustrazioni di Stefano Raggi. Interviene: Carola Susani.

Gli appuntamenti con I segni di Rosalia, a cura di Maria Giambruno

Planetario: ore 17, Anime Ferite Artemisia Gentileschi e Frida Kahlo, due straordinarie storie al femminile raccontate dal critico d’arte Tanino Bonifacio. Letture di Adriana Siino;

Terrazza: ore 17.30, Maggiorate. Divismo e celebrità nella nuova Italia (Marsilio) di Federico Vitella, intervengono Alessia Cervini e Andrea Inzerillo;

Palco del Sole: ore 19.30 Cose mai successe (Rizzoli) di Giulia Blasi, interviene Eugenia Nicolosi.

Il Festival, nato da un’idea di Maria Giambruno, è organizzato dall’Associazione Una marina di libri E.T.S. in collaborazione con il Centro Commerciale Naturale Piazza Marina & Dintorni, Navarra Editore, Sellerio Editore e Libreria Dudi. Con il patrocinio di Comune di Palermo, Città metropolitana, Regione Sicilia, Università degli Studi di Palermo e AIE – Associazione Italiana Editori.

 

Condividi articolo:

spot_img

Block title

“Con il passare degli anni stavo perdendo la memoria dei miei posti”

Così Milena Palminteri spiega come è nato il suo Come l’arancio amaro, il libro, edito da Bompiani, ambientato a Sciacca

L’Estate nella Valle dei Templi

Varato dal Parco Archeologico il programma delle iniziative

“Pirandello di sbieco”. A Le Fabbriche la presentazione del saggio di Salvatore Ferlita

Agrigento, la presentazione è in programma nell'ambito dell'iniziativa "le Fabbriche Fest"

L’Inferno di Dante alle Gole dell’Alcantara

Al via la nuova edizione del lavoro teatrale più visto in Sicilia negli ultimi anni.