Fondato a Racalmuto nel 1980

Si inaugura oggi “Una Marina di Libri”

Al via al Parco Villa Filippina di Palermo la 15esima edizione del Festival dell’Editoria Indipendente. Tutti gli appuntamenti della prima giornata

Una Marina di Libri

Si inaugura oggi 6 giugno, alle 16.30, al Parco Villa Filippina di Palermo la 15esima edizione di Una marina di libri, il festival dell’editoria indipendente, diretta per il quarto anno da Gaetano Savatteri.

Ad aprire la rassegna, alle 17.30, lo spettacolo di Dudi dedicato a bambine e bambini dal titolo Katitzi, una riscrittura scenica tratta dall’omonimo libro di Katarina Taikon (Iperborea), a cura di Festival delle Letterature Migranti in collaborazione con Libreria Dudi, con il sostegno di Cepell – Centro per il libro e la lettura, all’interno del progetto FLM Ad alta voce.

Nel programma della prima giornata tante le voci dei protagonisti e delle protagoniste che presenteranno a Una marina di libri le ultime novità editoriali, 8 le postazioni distribuite all’interno del villaggio letterario, un intenso cartellone che spazia dai libri alla musica dal vivo, dagli incontri sulla scuola di scrittura, all’arte, e poi ancora l’approfondimento sulle  inchieste giornalistiche e sulla legalità, l’importanza della memoria storica, le voci delle donne che scendono in piazza per dire no alla guerra e tanto altro ancora.

Tra gli appuntamenti di oggi: sul palco Coop alle ore 18.30, Andrea Apollonio con L’inferno non prevarrà (Rubettino), con l’autore ci sarà Gioacchino Natoli, modera Lara Sirignano; alle 19.30, Costanza DiQuattro con L’ira di Dio (Baldini+Castoldi), con il giornalista Mario Azzolini, intervento musicale di Marcello Mandreucci e letture di Paride Benassai; alle 20.30, Filippo Ceccarelli con  B. Una Vita Troppo (Feltrinelli), con il giornalista e scrittore ci saranno Gaetano Savatteri e Mario Azzolini.

Allo spazio Monsù libri ma anche musica: alle ore 18, Claudia Lanteri con L’isola e il tempo (Einaudi) dialoga con la scrittrice Giacomo Di Girolamo; alle 19, Francesco d’Ayala con Il vicerè (Zolfo Editore) insieme a  Antonino Blando e Felice Cavallaro; alle 21, il concerto Le Rose. Parole e musica sul palco l’attrice e cantante Ester Pantano; alle 22.30, il concerto jazz No more blu con Marina Raimondi (voce), Davide Ciani (chitarra), Francesco D’Alleo (contrabbasso) e Fausto Gristina (batteria).

Palco del Sole: ore 18.30, Perché imparare a scrivere, le scritture rigorosamente al plurale, ne discuteranno Gigi Borruso, Edoardo De Angelis, Claudio Fava, Ottavio Navarra, Costanza Quatriglio e Gaetano Savatteri, evento in collaborazione con la Scuola di scritture Itaca;  ore 19.30, Anna Rosa Gagliano presenta Senza offesa (Navarra Editore) insieme a Claudio Fava.

Casa Forst: ore 18, Zineb Mekouar presenta Il passaporto verde (Nord) con la scrittrice ci sarà Davide Camarrone, evento in collaborazione con  l’Institut Français Palermo; ore 19, Lucio Luca presenta La notte dell’antimafia (Compagnia editoriale Aliberti), interviene Elvira Terranova.

Planetario: ore 18, Corpi e parole di donne per la pace. L’esperienza del Presidio di Palermo (Navarra Editore) di Mariella Pasinati, con gli interventi di Valeria Andò, Daniela Dioguardi, Fausta Ferruzza, Mimma Grillo, Stefania Macaluso. L’incontro è a cura di Biblioteca delle donne UDIPALERMO.

Terrazza: ore 18.30, La linea del silenzio (Solferino) di Gianluca Peciola, intervengono Luca Casarini e Gilda Terranova. A cura di booq-bibliofficina di quartiere e Una marina di libri.

Il Festival, nato da un’idea di Maria Giambruno, è organizzato dall’Associazione Una marina di libri E.T.S. in collaborazione con il Centro Commerciale Naturale Piazza Marina & Dintorni, Navarra Editore, Sellerio EditoreLibreria Dudi. Con il patrocinio di Comune di Palermo, Città metropolitana, Regione Sicilia, Università degli Studi di Palermo e AIE – Associazione Italiana Editori.

Leggi anche

“Libri senza confini di sesso, genere, religione, ideologie”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.

 

 

 

.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

r

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.

 

Condividi articolo:

spot_img

Block title

“Con il passare degli anni stavo perdendo la memoria dei miei posti”

Così Milena Palminteri spiega come è nato il suo Come l’arancio amaro, il libro, edito da Bompiani, ambientato a Sciacca

L’Estate nella Valle dei Templi

Varato dal Parco Archeologico il programma delle iniziative

“Pirandello di sbieco”. A Le Fabbriche la presentazione del saggio di Salvatore Ferlita

Agrigento, la presentazione è in programma nell'ambito dell'iniziativa "le Fabbriche Fest"

L’Inferno di Dante alle Gole dell’Alcantara

Al via la nuova edizione del lavoro teatrale più visto in Sicilia negli ultimi anni.