Hamilton, le attività del Gruppo “Cinema Insieme” nella città canadese

da | 20 Gen 22

HAMILTON IN LINEA. Charles Criminisi: Fino al momento dello scoppio della pandemia questa era un’iniziativa regolare e di gran successo”.

Charles Criminisi

Ho molte passioni e due tra queste mi hanno accompagnato per tutta la vita: i libri ed i film. In questa serie di cinque articoli, esplorerò queste passioni attraverso le recensioni di tre libri e di due film che di recente ho avuto modo di apprezzare. Spero, nel fare ciò, di essere in grado di condividere con i lettori di Malgrado tutto, il punto di vista di un figlio di emigrati sulla cultura della Madrepatria dei propri genitori. La mia passione per i film mi ha spinto, insieme al mio amico Matt (Matteo) Moccio, a fondare nel 2007 “Cinema Insieme”. Si tratta di un gruppo di circa 500 persone, alcune delle quali si riuniscono insieme una volta al mese per guardare insieme un film classico o contemporaneo, cui fa seguito una discussione tenuta da un professore dell’università ed un rinfresco, accompagnato da un buon vino. Fino al momento dello scoppio della pandemia, questa era un’iniziativa regolare e di gran successo. Durante la pandemia abbiamo iniziato a collaborare con il Festival del Film Italiano contemporaneo (ICFF) per mostrare film online tramite la piattaforma che utilizziamo con l’international Film Festival di Toronto (TIFF). Ecco qui di seguito il link per il programma: https://icff.ca/monthly-program/. Siamo molto soddisfatti perchè il primo film del programma della stagione 2022 sarà Le sorelle Macaluso, un film meraviglioso ambientato a Palermo e dintorni, basato su un’opera teatrale. Ed ecco adesso il mio punto di vista sul film di Paolo Sorrentino “E’ stata la mano di Dio”

__________________________

E’ stata la mano di Dio

Sorrentino si è costruito una reputazione come uno dei principali artisti contemporanei. Tale reputazione nel mondo del cinema si basa su una carriera ultra ventennale che annovera tra i primi lavori Il Caimano (2006) ed Il Divo (2008). Poi è arrivata La Grande Bellezza (2013) che ha vinto il premio come miglior film in lingua straniera all’86ma edizione degli Oscar. Questo bellissimo film ha attratto l’attenzione di tutto il mondo ed ha posto Sorrentino in cima o quasi al vertice della regia a livello mondiale. Da quel momento è stato molto ricercato per opere televisive e film tra cui Il Giovane Papa (2016), Gioventù (2015) e Loro (2018). Il filo conduttore di queste opere sono le storie ben filmate e piene di protagonisti indimenticabili e spesso più grandi dei personaggi della vita reale. Sono uno spettacolo!

Il suo ultimo film E’ stata la mano di Dio (2021) è molto diverso da quello che ci saremmo aspettati. I personaggi di questo film sono genuini, presi dalla gestione dei problemi quotidiani. È un film molto personale, quasi autobiografico, ambientato a Napoli, che racconta del giovane Fabietto , ripreso dall’euforia generale per il ritorno di Diego Maradona al Napoli, di una tragedia familiare ed infine della sua visione del futuro come regista.

Sono diventato un fan di Sorrentino e sono ansioso di vedere tutto quello che dirige e produce. Mi aspetto sempre qualcosa di suggestivo, pieno di colore e di personalità. Questo nuovo film ha alcuni di questi elementi ma va molto più in profondità e ci lascia entrare nella sua psiche, fornendoci un’interpretazione migliore di chi lui sia e del perchè faccia film. Bravo Paolo!

Traduzione: Adele Maria Troisi
Introduction to the 5-part series

I have many passions. Two that have sustained me a lifetime are books and film. In this series of five articles, I will explore these passions via reviews of three books and two films I have recently enjoyed. Hopefully, in so doing I will be able to share with the readers of Malgrado tutto, the perspective of a son of immigrants on the culture of his parent’s homeland.

My passion for film led Matt (Matteo) Moccio and I to form Cinema Insieme in 2007. It is a group of about 500 people some of whom gather once per month to watch a classic or contemporary film together followed by a discussion by a university professor after which we gather for wine and food. Until the pandemic this was a regular and successful venture. During the pandemic we are collaborating with The Italian Contemporary Film Festival (ICFF) to show films online via a platform they use in collaboration with the Toronto International Film Festival (TIFF). Here is a link to that program –  https://icff.ca/monthly-program/ We are pleased that the first film to be shown in the 2022 season is Le sorelle Macaluso https://icff.ca/title-item/sorelle-macaluso/ – a wonderful film set in and around Palermo and based on a stage play.

Paolo Sorrentino has built quite a reputation as one of the leading contemporary Italian directors. He built his name in the cinema world over the past twenty or so years with earlier notable works such as Il Caimano (2006) and Il Divo (2008). Then came La Grande Bellezza (2013) which won Best Foreign Language Film at the 86th Acadamy Awards. This beautiful film caught the attention of the world and placed Sorrentino at or near the top of the directing world. Since then he has been much sought after for television and film work including The Young Pope, Youth and Loro. The thread that has run through much of this work is that his stories are shot beautifully and filled with memorable and often times larger than life characters. They are spectacles.

His latest film, The Hand of God (E stata la mano di Dio) very different than much of what we have come to expect from him. Its characters are down to earth and dealing with the concerns of day-to-day life. It is a very personal film, almost autobiographical – set in Napoli – dealing with young Fabietto who is caught up in the euphoria surrounding Diego Maradona coming to play for Napoli, dealing with a family tragedy, and ultimately setting his sights on a future in film making.

I have become a fan of Sorrentino and look forward to everything he directs and produces. I always expect something spectacular, full of colour and personalities. This new film has elements of that but goes much deeper and lets us in to his psyche, giving us a better understanding of who he is and why he makes films. Bravo Paolo!

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Archivi


Facebook