Grotte, quando l’arte “invade” i muri

|




Inaugurata in via Manin la Mostra “Glue Porn”, l’arte urbana declinata alla Street Poster Art. Le foto

E’ stata inaugurata ieri sera a Grotte, in via Manin, la Mostra Collettiva “GLUE  PORN”.

L’iniziativa è organizzata dall’Associazione “La Biddina, in collaborazione con Mansourcing (Caltagirone) e con il  patrocinio del Comune di Grotte.

La mostra, curata da Demetrio di Grado, vede la partecipazione di diversi artisti di fama nazionale che con le loro opere hanno allestito un percorso espositivo che parte dal Viale della Vittoria, proseguendo per Corso Garibaldi e Via Crispi.

Gli spazi espositivi che ospitano le opere sono quelli elettorali, che in questa occasione hanno  lasciato il posto all’arte urbana, declinata alla Street Poster Art, una tecnica artistica che impiega opere di carta stampate a plotter e incollate con una miscela di colla.

“L’obiettivo – spiega Filippo Lo Presti, presidente dell’Associazione “La Biddina” – è anche quello di offrire agli artisti l’opportunità di esprimersi fuori da luoghi e spazi non convenzionali a dimostrazione che l’espressione e la comunicazione non possono essere limitate o relegate in alcun modo, ma sono una forza dirompente capace di invadere i muri e le coscienze”. La Mostra sarà fruibile fino al 30 agosto.

Gli artisti che espongono: Pablo Ballesteros, Adriana Bermudez, Nicola Bernardi, Curmo, Demetrio di Grado, Alessandra di Paola, Rhed Fawell, Max Ferrigno, Easy pop, Ex voto fecit, Lediesis, Tony Leone, Mello, Naf-mk,
Francesco Ninno, Antonio Nuccio, Adolf Rast, Massimo Sirelli, Giuseppe Veneziano, Zed1.

Guarda foto

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *