Grotte, misure per ridurre disagio economico categorie commerciali

da | 17 Giu 20

Approvato dalla Giunta il provvedimento. Le misure sono limitate al periodo di emergenza  

Il sindaco di Grotte Alfonso Provvidenza

“La Giunta comunale ha approvato un atto di indirizzo per il rilascio di concessioni temporanee per occupazione suolo pubblico, la semplificazione delle procedure, il taglio dei costi legati alle imposte locali e pedonalizzazioni per ampliare le aree da destinare ad attività pubbliche”.

Nel darne notizia il sindaco di Grotte Alfonso Provvidenza spiega che il provvedimento “è stato  stato ritenuto opportuno per  porre in essere, straordinariamente, misure transitorie volte a ridurre lo stato di disagio economico in cui versano talune categorie commerciali, limitando comunque tali misure esclusivamente al periodo di emergenza e stabilendo fin da adesso che al cessare dello stato epidemico, come ufficialmente certificato, cesseranno le predette misure transitorie”.

In particolare, è stato stabilito:

• per la particolare e grave situazione e al fine di consentire il mantenimento delle distanze interpersonali di sicurezza, che le nuove/ulteriori occupazioni temporanee di suolo pubblico possano avere inizio contestualmente alla presentazione dell’istanza, a condizione che essa abbiano ad oggetto marciapiedi zone pedonalizzate o sottoposte a formali limitazioni del traffico;

• che le nuove/ulteriori occupazioni temporanee di suolo pubblico potranno essere autorizzare solo sulle sedi stradali a condizione che ciò sia consentito dal Codice della Strada e dai vigenti Regolamenti comunali.

• le predette concessioni possano essere rilasciate anche a coloro i quali fruiscono di chioschi o altri immobili di proprietà comunale, ove esercitano e attività in argomento, che pur fruendone in regime di proroga, sono in regola con i pagamenti dell’indennità di concessione.

Gli esercenti, in relazione alle caratteristiche dei luoghi, dovranno adottare ogni misura precauzionale intesa a contenere quanto più possibile il rischio di contagio.

La Polizia Municipale avrà il compito delle verifiche sullo stato dei luoghi, valutando l’occupazione del suolo pubblico, impartendo immediate prescrizioni ove necessario, e regolando l’affluenza nelle aree pedonali, ove dovranno essere presi immediati e contingenti provvedimenti restrittivi in caso di sovraffollamento e di rilevati assembramenti.

Si consente anche la concessione di suolo pubblico negli spazi antistanti alle Chiese o negli spazi di pertinenza delle Scuole pubbliche, al fine di ivi svolgere le funzioni con la partecipazione di un maggior numero di persone rispetto a quella consentita all’interno delle Chiese ma pur sempre nel rispetto delle linee guida emanate in materia di svolgimento delle attività di culto.

Al cessare dell’emergenza, disposta dagli appositi provvedimenti che verranno emessi dalle autorità governative e regionali, tutti coloro che hanno usufruito delle concessioni temporanee per gli ampliamenti predetti di cui al presente atto deliberativo, cessino immediatamente le occupazioni senza necessità di alcuna comunicazione.

Inoltre, è stata istituita l’isola pedonale per il periodo compreso tra il 19 e il 30 giugno 2020:

• Corso Garibaldi – nel tratto compreso tra il civico 157 e il civico 111, dalle ore 21.00 alle ore 24.00 nelle giornate di sabato e dalle ore 18.00 alle ore 24.00 nelle giornate di domenica;

• Corso Garibaldi/Via Francesco Crispi, tratto compreso tra l’intersezione di Via Confine e Via Machiavelli, dalle ore 21.00 alle ore 24.00 nelle giornate di sabato e domenica

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Archivi


  • Quel libro su Agrigento disperso e ritrovato
    HAMILTON IN LINEA La ristampa delle "Memorie storiche" di Giuseppe Picone era stato inviato ad Angelo Cino della Fratellanza Racalmutese di Hamilton. Ritrovato in un mercatino dell'usato, ora è tornato a casa […]

Facebook