Grotte, chi vincerà il “Racalmare-Sciascia”?

|




Gianni Farinetti, Sara Favarò e Giorgio Montefoschi i tre scrittori che si contendono il premio. La cerimonia di consegna domani, 28 agosto, in Piazza Municipio.

I tre autori finalisti

Gianni Farinetti, Sara Favarò, Giorgio Montefoschi

Dopo un anno di pausa, si riaccendono a Grotte i riflettori sul Premio  letterario “Siascia- Racalmare, patrocinato e organizzato dal Comune di Grotte e giunto quest’anno alla ventisettesima edizione.

Domani, in Piazza Municipio, la serata conclusiva con la cerimonia di consegna del premio al vincitore.

Tre i libri finalisti scelti dalla giuria tecnica presieduta da Dario Costantino: “Il buio dell’India” di Giorgio Montefoschi, edito da Guanda; “Il ballo degli amanti perduti” di Gianni Farinetti, edito da Marsilio; “Le porte del sole” di Sara Favarò, edito da Città del sole.

La serata conclusiva è stata preceduta da una serie di iniziative, coordinate dal direttore artistico del premio Salvatore Bellavia con la collaborazione di Alessandra Marsala, nel corso delle quali, oltre ai  tre libri finalisti presentati da Venerando Bellomo, Zino Pecoraro e Stella Vella, è stato anche presentato il libro di Vito Catalano “Il pugnale di Toledo”.

Tra le manifestazioni collaterali: lo spettacolo agreste “Amore Per Versi”, a cura del laboratorio teatrale “L. Visconti”, per la Regia di Alessandra Marsala; la mostra fotografica di Giuseppe Bozzotta; lo spettacolo “Da e per Leonardo Sciascia. Occhio di capra”, di Mario Gaziano e Salvatore Bellavia.

Questa sera in Piazza Municipio l’ultima delle iniziative collaterali in programma dedicata a “Narrativa e Cinema-La Sicilia nel Cinema”, a cura di Salvatore Bellavia e Giovanni Volpe.

Domani, per la serata conclusiva, con la proclamazione del vincitore e la consegna del premio, l’appuntamento è in Piazza Municipio alle ore 20 e 30.

Condurranno Carmelo Arnone e Flavia Morreale. Interventi artistici di Eduardo Savatteri, del Basso Salvatore Salvaggio e della Soprano Makie Nomoto.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *