Grotte accoglie un gruppo di Ucraini tratti in salvo da una delle città bombardate

da | 15 Mar 22

Arriveranno questa sera e saranno accolti dalla comunità alla presenza delle autorità cittadine e delle associazioni

Grotte, Piazza Municipio (Foto MT)

Il Comune di Grotte accoglie sei ucraini tratti in salvo da una delle città bombardate.

Nel dà notizia Beniamino Biondi, promotore alcuni giorni fa di un appello ai sindaci della provincia di Agrigento volto a fornire ospitalità agli Ucraini che per via della guerra hanno lasciato il loro Paese.

“Ho raccolto la richiesta urgente, dai miei canali ucraini, per trarre in salvo da una delle città bombardate un gruppo di persone in seria difficoltà – spiega Biondi – Con mezzi di fortuna, da soli, sono riusciti a raggiungere il confine polacco, e da lì ho speditamente organizzato il viaggio verso la Sicilia,  Da Cracovia a Palermo, questa sera arriveranno per trovare il conforto di una decorosa ospitalità presso un appartamento autonomo messo a disposizione dal Comune di Grotte”.

“Si tratta – aggiunge – di sei persone: Iryna 39 anni, Liudmyla 46 anni, Nadia 67 anni, Valentyna 67 anni, Valdyslav 8 anni, e il piccolissimo Dmytro  di appena 1 anno e 6 mesi.

“Questa sera –  -saranno accolti dalla comunità di Grotte, alla presenza delle autorità cittadine e delle associazioni, certo dell’impegno che ognuno spenderà in favore di queste persone per i loro bisogni.

Ringrazio il Sindaco, Alfonso Provvidenza, che ha offerto la sua immediata disponibilità, agendo – conclude Beniamino Biondi – in tempi strettissimi per organizzare l’accoglienza”.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Archivi


Facebook


Articoli Recenti: Malgrado Tutto Web

Ai nostri lettori

Ai nostri lettori

Ristrutturazione del sito. Da oggi, 4 agosto, sospendiamo la pubblicazione di nuovi articoli, la riprenderemo quando l’intervento di restyling sarà definitivamente completato

L’Estate di Regalpetra

L’Estate di Regalpetra

Racalmuto, le iniziative culturali organizzate dalla Fondazione Sciascia con il patrocinio del Comune

Ester Rizzo racconta le 21 Madri Costituenti

Ester Rizzo racconta le 21 Madri Costituenti

Bianca Bianchi ed Elettra Pollastrini

«La cecità mi ha risvegliato l’amore per la scrittura»

«La cecità mi ha risvegliato l’amore per la scrittura»

Benito Cacciato, dopo trent’anni dall’ultimo libro, pubblica il suo nuovo romanzo “Iaco”, uno spaccato della Sicilia dell’entroterra tra gli anni ‘70 e ‘80. «Non ci vedo più, ma la memoria mi si è fatta sottile e precisa»

“Mimosa d’oro”. Tutte le premiate

“Mimosa d’oro”. Tutte le premiate

Ieri la cerimonia di consegna al Tempio di Giunone