Gap sistema viario provinciale. “Segnali incoraggianti”

da | 8 Mag 20

Agrigento. Incontro oggi, in videoconferenza, convocato dal Prefetto, tra Cartello Sociale, Ministero alle Infrastrutture e Anas.

Incontro questa mattina, in videoconferenza, del Cartello Sociale di Agrigento, impegnato, assieme al Ministero delle Infrastrutture e all’Anas, e con  il coordinamento della Prefettura, nella promozione di iniziative “per superare il gap strutturale e manutentivo, in cui versa il sistema viario provinciale, che ha confinato il territorio in uno stato di intollerabile isolamento”.

Nell’incontro si sono confrontati il Vice Ministro alle Infrastrutture Giancarlo Cancelleri, il dirigente di Anas Valerio Mele, per l’ufficio di Pastorale Sociale il direttore don Mario Sorce e Salvatore Pezzino, i segretari di CGIL, CISL e UIL, Alfonso Buscemi, Emmanuele Piranio e Gero Acquisto, e il Prefetto Maria Rita Cocciufa, che ha convocato e coordinato la riunione. All’ordine del giorno “la necessità di fare il punto della situazione sullo stato dei lavori relativi agli interventi sui collegamenti viari e sullo stato di avanzamento dei vari cantieri”.

“Dall’incontro escono segnali incoraggianti – dichiarano Don Mario Sorce, Salvatore Pezzino, Alfonso Buscemi, Emmanuele Piranio, Gero Acquisto – che fanno vedere, in alcuni casi, la fine quasi prossima degli interventi e in ogni caso l’impegno a mantenere, con qualche modesto ritardo, il cronoprogramma tracciato prima del lockdown. Tutti i partecipanti hanno sottolineato la validità di un percorso che comincia a dare i suoi frutti.  Un percorso dove non mancano pungoli e sollecitazioni verso i centri decisionali, ma sempre in un rapporto di correttezza e lealtà. Un percorso apprezzato dalla rappresentante del Governo che subito è entrata in sintonia con lo spirito costruttivo dei protagonisti seduti al tavolo virtuale che ha come obiettivo il miglioramento delle condizioni di vita di una provincia che in passato è stata troppo trascurata”.

“In particolare – aggiungono i promotori del Cartello Sociale – con riferimento alle opere vicine alla conclusione dei lavori è emerso quanto segue: Rimozione della deviazione al km 14 della SS640 – entro fine maggio; Rotatoria Caltabellotta al km 134 della SS115 – entro fine maggio; Ponte Petrusa SS122 – entro metà luglio; Galleria Spinasanta – entro fine luglio. Si tratta di orizzonti temporali molto meditati e fissati in base ad elementi concreti che consentono di rendere attendibili le previsioni.

Nella foto i promotori del Cartello Sociale

 

 

2 Commenti

  1. Morgante Salvatore

    Ennesimo vertice istituzionale sullo stato dei cantieri stradali che, in un paese civile, dovrebbe essere semplicemente un fatto amministrativo. E’ l’ANAS l’ente competente ? Che bisogno c’è di scomodare il Prefetto, i Sindacati, l’Ufficio Pastorale ….? Ci sono vertici analoghi che si tengono negli altri 95 territori provinciali italiani ?
    Perchè l’ANAS in Sicilia è diversa dalle altre regioni ?Riceve meno soldi ? Il bilancio statale dell’ANAS è pubblico, come mai la Sicilia riceve meno soldi delle altre regioni ?
    Temo che nella riunione di vertice debitamente pubblicata nell’articolo, queste domande non sono state minimamente sfiorate.

    Rispondi
  2. Calogero Bellavia

    Perché l’ufficio della Pastorale Sociale si occupa della manutenzione delle strade? Perché Anas in confessione si penta delle sue inadempienze e decida finalmente di costruire strade e gallerie come in tutta Italia?

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Archivi


  • Quel libro su Agrigento disperso e ritrovato
    HAMILTON IN LINEA La ristampa delle "Memorie storiche" di Giuseppe Picone era stato inviato ad Angelo Cino della Fratellanza Racalmutese di Hamilton. Ritrovato in un mercatino dell'usato, ora è tornato a casa […]

Facebook