“Football no Limits”. Palermo, i grandi fotoreporter di Magnum in mostra a Palazzo Trinacria 

da | 2 Ott 21

“Una prospettiva non consueta sul fenomeno sportivo”. La mostra è visitabile fino al 30 dicembre.

Una panoramica della mostra

“Football no Limits” è il titolo della mostra che, da venerdì 1 ottobre e fino al 30 dicembre, si potrà visitare a palazzo Trinacria, in via Butera, 24 a Palermo, sede espositiva della Fondazione Pietro Barbaro.

Sono venti le immagini, a colori e in bianco e nero,  firmate da alcuni tra i più noti fotoreporter dell’agenzia Magnum, scattate in giro per il mondo tra il 1958 e il 2001, che documentano – in maniera del tutto personale – volti, luoghi e atmosfere legati al gioco del calcio, una mostra che racconta il pallone fuori dai consueti ambiti ai quali siamo abituati.

“La mostra fotografica – spiega Alfredo Barbaro, presidente della Fondazione – offre una prospettiva non consueta sul fenomeno sportivo. Essa è altresì iniziativa di lancio di un’offerta culturale ambiziosa e articolata che la Fondazione proporrà nell’arco di tre anni. Obiettivo della Fondazione – prosegue – è infatti quello di connettere artisti, pubblico, organizzazioni e comunità creative in un più ampio piano di sensibilizzazione e coinvolgimento, con l’auspicio che iniziative di tal genere possano offrire un contributo determinante per la crescita culturale locale e nazionale, promuovendo iniziative durevoli e sostenibili attraverso la sperimentazione di strategie di filiera sempre più innovative, inclusive ed efficaci a sostegno del territorio”.

Alfredo Barbaro, presidente della Fondazione

Football no Limits ha il pregio di farci vedere l’altra faccia del gioco, quella che unisce, giovani e adulti, uomini e donne, a qualunque latitudine, il pallone come simbolo universale di inclusione, emozione e libertà. Una esposizione che cattura per forza e intensità, come gli sguardi radiosi dei bambini della Guinea col pallone tra le mani, delle donne iraniane che giocano a calcio nel cortile di un liceo, la partita tra detenuti in un carcere francese, il gioco dei ragazzi in Burma col cargo abbandonato alle spalle, e ancora la squadra di calcio che si riunisce nel campo di in una favela in Perù, il giocatore solitario che precede col suo palleggio un carro armato a Grenada, le espressioni dei bambini durante una partita in Tanzania nella quale non vengono coinvolti o l’esultanza dei tifosi in Sud Africa, tanto per citarne alcuni.

“Questo evento culturale – dice Leoluca Orlando, sindaco di Palermo – per il quale esprimo un sentito ringraziamento al presidente della Fondazione Pietro Barbaro, Alfredo Barbaro, produce bellezza in una città che proprio nella bellezza sta costruendo il suo presente e il suo futuro. Sono fermamente convinto che la bellezza sia punto di incontro tra etica ed estetica: se si pensa che sia solo estetica, sarebbe vuota; se si pensa che sia solo etica, sarebbe solo pesante. Football no Limits da Griffiths a McCurry, I grandi fotografi di Magnum “20 scatti dei più noti Fotografi dell’Agenzia Magnum” è perfetta espressione di tale punto d’incontro”.

“Gli scatti diventano parole, rappresentazione di un tempo fatto di eventi che vale la pena di raccontare – aggiunge Marcella Aiello, della Fondazione Barbaro – Ogni foto è uno sguardo unico sul calcio inteso come manifestazione spontanea di sé, senza gli eroismi proprio dei campioni, per una più forte carica emotiva. La poetica del particolare, marchio di Magnum, è il filo rosso che unisce le venti opere: un continuum di senso che comunica evasione, sospensione, allontanamento da temporalità e quotidiano”.

La Fondazione che nasce nel 2007 con il preciso scopo di promuovere le arti ha già ospitato all’interno di palazzo Trinacria progetti culturali di respiro internazionale, è stata infatti una delle sedi di Manifesta, la biennale europea itinerante di arte contemporanea, e ha accolto alcune delle opere di Banksy.

Le foto di Football no Limits sono di: Abbas Attär, Bruno Barbey, Renè Burri, Thomas Dworzak, Nikos Economopoulos, Jean Gaumy, Burt Glinn, Philip Jones Griffiths, Haeey Gruyaert, Thomas Hoepker, Richard Kalvar, Guy Le Querrec, Peter Marlow, Steve McCurry, Gueorgui Pinkhassov, Eli Reed, Ferdinando Scianna, Chris Steele-Perkins e Alex Webb.

La mostra è organizzata dalla Fondazione Pietro Barbaro e da Lidia Carrion, Swiss Lab for Culture Projects SA a cura di Magnum Photos. Football no Limits è parte del circuito Le Vie dei Tesori 2021.

_______________________________

Gli orari della mostra: dal martedì alla domenica dalle ore 10 alle 18. Ultimo ingresso alle ore 17.30.

L’ingresso è consentito nel rispetto delle norme anti Covid

Info www.fondazionepietrobarbaro.org  tel: + 39 091 333333

 

.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Archivi


Facebook


Articoli Recenti: Malgrado Tutto Web

Ai nostri lettori

Ai nostri lettori

Ristrutturazione del sito. Da oggi, 4 agosto, sospendiamo la pubblicazione di nuovi articoli, la riprenderemo quando l’intervento di restyling sarà definitivamente completato

L’Estate di Regalpetra

L’Estate di Regalpetra

Racalmuto, le iniziative culturali organizzate dalla Fondazione Sciascia con il patrocinio del Comune

Ester Rizzo racconta le 21 Madri Costituenti

Ester Rizzo racconta le 21 Madri Costituenti

Bianca Bianchi ed Elettra Pollastrini

«La cecità mi ha risvegliato l’amore per la scrittura»

«La cecità mi ha risvegliato l’amore per la scrittura»

Benito Cacciato, dopo trent’anni dall’ultimo libro, pubblica il suo nuovo romanzo “Iaco”, uno spaccato della Sicilia dell’entroterra tra gli anni ‘70 e ‘80. «Non ci vedo più, ma la memoria mi si è fatta sottile e precisa»

“Mimosa d’oro”. Tutte le premiate

“Mimosa d’oro”. Tutte le premiate

Ieri la cerimonia di consegna al Tempio di Giunone