Ferragosto sicuro. Sciacca, ordinanza del sindaco Francesca Valenti

|




Contiene misure di contrasto alla diffusione virale da Covid-19

Il sindaco di Sciacca Francesca Valenti

“Misure di contrasto alla diffusione virale da Covid-19”, il sindaco di Sciacca Francesca Valenti ha emesso una ordinanza con disposizioni “provvisorie e straordinarie” per le giornate del 14, 15 e 16 agosto in occasione del ferragosto saccense.

“Il contenuto dell’ordinanza – viene spiegato in una nota del Comune – è stato predisposto dal Comando della Polizia Municipale a seguito degli ultimi provvedimenti nazionali e regionali e delle decisioni del Comitato provinciale per l’Ordine e la sicurezza Pubblica presieduto dal Prefetto di Agrigento per salvaguardare al massimo livello possibile la salute e l’incolumità pubblica”.

L’Ordinanza, dal 14 al 16 agosto prevede:

1)      Il divieto assoluto di effettuare falò, bivacchi, assembramenti, trasporto di legna o elementi idonei alla combustione (con esclusione del trasporto legna per il rifornimento alle attività commerciali), su tutto il territorio comunale, comprese le aree demaniali;

2)      Obbligo di utilizzo di mascherine (a copertura delle vie respiratorie) al chiuso e all’aperto;

3)      L’Obbligo di vigilare all’interno dei locali e/o degli spazi confinati assegnati ai medesimi, sul rispetto delle misure di distanziamento sociale e comunque dei protocolli di sicurezza per come vigenti e aggiornati, ciascun esercizio non può ospitare oltre il 40 per cento dell’afflusso di pubblico normalmente autorizzato;

4)      L’obbligo, per gli esercizi che prevedono eventi/manifestazioni con presenza pubblica, che devono obbligatoriamente dare comunicazione entro le 48 ore precedenti al Comune e alla Prefettura;

5)      Il divieto, per attività commerciali in forma fissa e/o itinerante, sia su aree private che su aree pubbliche, di vendita di bevande alcoliche a decorrere dalle ore 2;

6)      Il divieto di diffondere musica a decorrere dalle ore 2;

7)      L’obbligo di assumere immediatamente ogni adeguata iniziativa di presidio e di sicurezza anti assembramento e/o anti contagio, all’interno dei locali e/o degli spazi confinati assegnati ai medesimi, nel caso si verificassero situazioni di compromissione delle condizioni di sicurezza, a qualsiasi titolo, anche per motivi legati al comportamento degli avventori nonché di segnalare immediatamente alle Forze di Polizia la necessità di un loro intervento;

8)      L’obbligo di assicurare la presenza permanente, in misura adeguata, di presidi igienico-sanitari e di appositi contenitori per la raccolta differenziata dei rifiuti, al fine di garantire la pulizia permanente dei locali e degli spazi a essi adiacenti.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *