Favara, l’invasione dei “Mille” in maglia gialla sveglia la città e accende la solidarietà

|




Progetto 5.30 Virtual”, ancora una volta il grande cuore dei favaresi ha fatto centro. Guarda le foto 

Un “ciclone giallo” ha svegliato Favara questa mattina all’alba. Non preoccupatevi. Nessun allarme o allerta meteo: ma un’afosissima giornata di giugno è stata maggiormente riscaldata dal grande cuore dei favaresi. Almeno 1000 persone, tutte con la maglia gialla ufficiale della manifestazione del progetto “5.30 Virtual”, che promuove uno stile di vita sano, hanno risposto presente all’iniziativa che a Favara è stata magistralmente organizzata dalle associazioni Asd Favara Runners e Asd Fradici Runners.

Sveglia nel cuore della notte e alle 5.30 del mattino tutti in Piazza Cavour pronti al via, dato dal sindaco Anna Alba, per una passeggiata non agonistica che si è sviluppata per 5,3 km.

Una festa, con famiglie, gente di ogni età, bambini. Almeno il doppio, a detta degli organizzatori, i partecipanti rispetto all’edizione dello scorso anno. Un coinvolgimento della città più capillare ha permesso questa massiccia partecipazione in un orario in cui la gente dorme o si prepara per andare a lavoro.

Il fine non è stata la passeggiata per piazze e strade: questo i favaresi da alcuni anni lo fanno abitualmente nelle ore serali, con la diffusione delle “passeggiate veloci” tra le abitudini di uomini e donne.

L’obiettivo, invece, pienamente raggiunto prevedeva la raccolta di fondi (con la vendita delle maglie) per l’acquisto di dispositivi informatici per i bambini con bisogni speciali o con disturbi specifici di apprendimento che frequentano le scuole primarie della città. Ed i primi a rispondere “presente” alla campanella delle 5 e mezzo (orario strano per presidi, docenti e alunni) sono stati tantissimi docenti e personale Ata dei quattro istituti comprensivi di Favara. Ma c’era presente uno “spaccato” di tutta la comunità. Suggestivi i passaggi, con relative foto di gruppo, davanti la monumentale Chiesa Madre e al belvedere San Francesco (con alle spalle una sonnecchiante Favara appena svegliata dal collega di Siciliaonpress Giuseppe Moscato che ha animato la passeggiata con un megafono a bordo di una Ape del club dei Vespisti) e al ponte Tre Archi, dove passava il treno Naro-Agrigento Tre Archi, reso pedonale alcuni anni fa dopo un abbandono di decenni e questa mattina “scoperto” da quasi la totalità dei partecipanti.

E dopo 5,3 Km il ritorno in piazza per una sana colazione a base di frutta e crostate offerte in un mega buffet dagli organizzatori. Prima di una doccia veloce, un caffè caldo e l’inizio di una giornata lavorativa. Dal sapore diverso…

Guarda le foto

( Fonti: Studio Immagine Bennica, Giuseppe PiscopoAsd Favara RunnersAsd Fradici Runners )

Questo slideshow richiede JavaScript.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *