“Fai buon viaggio e salutaci quanti santamente ti hanno preceduto”

da | 20 Ott 21

Don Diego Martorana, il commovente ricordo della Consigliera comunale di Racalmuto Valentina Zucchetto. Oggi i funerali nella chiesa Madre. Il sindaco proclama il lutto cittadino

Valentina Zucchetto con Don Diego Martorana

Quanto a me, ormai è giunta l’ora di offrire la mia vita come sacrificio a Dio. È il momento di iniziare il mio ultimo viaggio. Ho combattuto la buona battaglia, sono arrivato fino al termine della mia corsa e ho conservato la fede. Ora mi aspetta il premio della vittoria: il Signore, che è giudice giusto, mi consegnerà la corona di uomo giusto

Al termine dell’ultima Messa celebrata in Matrice don Diego si rivolge  alla comunità con un gesto insolito. Manda un bacio alla folla di fedeli che commossi lo salutano. Don Diego ha sempre vissuto per adempiere al suo mandato, lo sapevamo tutti, ma nessuno poteva immaginare che se ne sarebbe andato via per sempre il giorno stesso in cui si metteva a “riposo”.

Con le spalle piegate dalla stanchezza, da “buon padre di famiglia” ha sistemato tutto, ha messo in ordine ogni sua cosa prima di partire per il suo lungo e ultimo viaggio. Ha portato con sé le gioie e i dolori della sua comunità, i segreti di quanti trovavano in lui il conforto del Padre, le delusioni per ogni  sconfitta tristemente e silenziosamente incassata. Era orgoglioso dei gruppi parrocchiali che aveva creato e che si erano creati attorno a lui, punto di riferimento autorevole e premuroso. Era il sacerdote di tutti, si prendeva “spiritualmente” cura dei bambini e degli anziani, “giovani e vecchi”, ma soprattutto era un porto sicuro per le famiglie racalmutesi.

Quanta amarezza provava di fronte allo “sfacelo” delle famiglie,  e nonostante il forte senso di impotenza non si stancava mai di richiamare, di invitare alla riflessione, di riprendere quanti “vinti dall’orgoglio” mettevano fine alla vita coniugale.
I suoi rimproveri facevano tremare l’anima, e le sue benedizioni erano balsamo per le tante ferite inflitte dalla vita. Chi si è lasciato guidare da Don Diego ha certamente maturato il senso “dell’obbedienza” e “del completo abbandono alla volontà di Dio”. Di fronte a lui anche i più “cocciuti e testardi” dovevano arrendersi e questo posso testimoniarlo personalmente!
Don Diego ci lasci certamente più obbedienti di prima, ma anche stavolta ci viene difficile accettare la volontà del Padre! In valigia ti ritroverai  le richieste di aiuto e di consolazione dei tuoi “figli spirituali”, tra queste  ci sono anche le mie. Fai buon viaggio e salutaci quanti santamente ti hanno preceduto!.

__________________________

I funerali dell’arciprete Diego Martorana  si svolgeranno oggi, mercoledì 20 ottobre alle 16, nella chiesa Madre di Racalmuto. Saranno celebrati dall’arcivescovo Alessandro Damiano.

Proclamato dal sindaco Vincenzo Maniglia il lutto cittadino.

(Diretta sulla pagina facebook Comunità Ecclesiale Racalmuto)

 

1 commento

  1. Mariafrancescavinti

    Era un padre straordinario umano sorridente sapeva accogliere tutti riposa in pace

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Archivi


Facebook


Articoli Recenti: Malgrado Tutto Web

Ai nostri lettori

Ai nostri lettori

Ristrutturazione del sito. Da oggi, 4 agosto, sospendiamo la pubblicazione di nuovi articoli, la riprenderemo quando l’intervento di restyling sarà definitivamente completato

L’Estate di Regalpetra

L’Estate di Regalpetra

Racalmuto, le iniziative culturali organizzate dalla Fondazione Sciascia con il patrocinio del Comune

Ester Rizzo racconta le 21 Madri Costituenti

Ester Rizzo racconta le 21 Madri Costituenti

Bianca Bianchi ed Elettra Pollastrini

«La cecità mi ha risvegliato l’amore per la scrittura»

«La cecità mi ha risvegliato l’amore per la scrittura»

Benito Cacciato, dopo trent’anni dall’ultimo libro, pubblica il suo nuovo romanzo “Iaco”, uno spaccato della Sicilia dell’entroterra tra gli anni ‘70 e ‘80. «Non ci vedo più, ma la memoria mi si è fatta sottile e precisa»

“Mimosa d’oro”. Tutte le premiate

“Mimosa d’oro”. Tutte le premiate

Ieri la cerimonia di consegna al Tempio di Giunone