Emergenza coronavirus. A Canicatti avviato il progetto “Il Pane della solidarietà”

|




L’iniziativa è promossa dal Centro di prossimità “Walden” 

Emergenza coronavirus, a Canicattì il Centro di Prossimità “Walden” ha avviato il progetto “Il Pane della solidarietà”. L’iniziativa nasce dall’esigenza di dare una risposta – spiegano gli operatori del “Walden” – alle tante richieste di aiuto per cibo che continuano a pervenire da anziani, famiglie con bimbi piccoli e disoccupati”.

“In questi giorni di difficoltà improvvisa – aggiungono – la povertà è ancor di più un’emergenza sociale Per forza di cose, l’economia ha subito un drastico rallentamento, stipendi ed entrate sono a rischio, per cui molte persone oltre alla paura del contagio devono fare letteralmente i conti in tasca per sopravvivere. Il nostro Centro di Prossimità continua a stare vicino alle persone con aiuti concreti, per sopperire all’emergente necessità di garantire un pasto a chi si trova in difficoltà. Per questo, abbiamo deciso di diffondere la cultura del “Pane della solidarietà”, in maniera tale che chiunque si rechi presso uno dei panifici che hanno aderito all’iniziativa, possa lasciare un credito a vantaggio di una persona bisognosa che gli garantirà di ricevere la quantità di pane necessario. In concreto, i clienti potranno a iniziare a lasciare, già pagati, prodotti nei panifici in elenco, a disposizione di che ne ha più bisogno, compiendo un gesto solidale, per “combattere la fame”. Anche a Canicattì, si può puntare a creare una “filiera della solidarietà”.

 

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *