”Educazione alla legalità e scuole sicure”

|




Agrigento, gli studenti dell’Istituto Comprensivo “Agrigento Centro” incontrano Polizia di Stato ed esperti dell’ASP.

Educazione alla legalità e scuole sicure” questo il tema al centro di un incontro che gli studenti delle terze classi della scuola media dell’Istituto Comprensivo “Agrigento Centro” hanno avuto con gli uomini della Polizia di Stato ed esperti dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Agrigento.

Nel corso dell’incontro è stata presentata ai ragazzi lAPP “YouPol”, del Ministero degli Interni, che, scaricata nei cellulari, consente a chiunque si trovi in difficoltà o sia testimone di atti di bullismo, violenze, spaccio di droghe, di effettuare una segnalazione alla Questura di Agrigento, anche in forma anonima.

L’incontro è stato seguito con molto interesse dai ragazzi che hanno posto agli ospiti diverse domande. Tutti hanno hanno sensibilizzato gli studenti sull’uso consapevole delle nuove tecnologie, invitandoli a non restare indifferenti davanti a fenomeni di bullismo, violenze e abusi di vario tipo. Negli interventi è stata inoltre  sottolineata “l’importanza dell’azione formativa svolta dalla scuola, attenta alle emergenze educative presenti nella società e ai bisogni degli alunni e pronta a dare, insieme alle altre istituzioni e alle agenzie presenti nel territorio, una risposta a tali necessità”.

“La finalità dell’incontro – spiega Anna Gangarossa, Preside dell’ Istituto “Agrigento Centro”- è nata dal bisogno di prevenire i rischi del “mondo virtuale” legati all’utilizzo di dispositivi elettronici, di chat e social network, nonché di impedire il diffondersi di fenomeni quali il cyberbullismo, le molestie, lo stalking, il  furto di identità fisiche ed altro. Oltre a tali aspetti, ci si è soffermati anche sul fenomeno della dipendenza da alcool e droghe nei giovani”.

All’incontro sono intervenuti: il Dott. Livio Argento, la Dott.ssa Pasqua Clesi, gli assistenti capo Calogero Tiranno e Salvatore Zambuto, i poliziotti di quartiere Piero Roccoforte e Calogero Orlando, della Polizia di Stato, e la dott.ssa Gabriella Schembri, dell’Ufficio Educazione e promozione alla salute del distretto di Agrigento.

Nelle foto alcuni momenti dell’incontro

 

 

 

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *