“Donare fa rinascere una vita”

da | 16 Feb 22

Porto Empedocle, incontro di sensibilizzazione alla Scuola Media “Luigi Rizzo” sul tema degli incidenti stradali e della donazione di sangue ed organi

Si è concluso ieri alla scuola media “Luigi Rizzo” di Porto Empedocle, con un incontro di sensibilizzazione sul tema degli incidenti stradali e della donazione di sangue ed organi, il progetto di Educazione Stradale “Muoviamoci sicuri”, rivolto a tutti gli studenti delle classi terze.

“Donare fa rinascere una vita”, il tema affrontato nella giornata conclusiva del progetto, con gli interventi della Dottoressa Gabriella Schembri dell’Asp di Agrigento, del Commissario della Polizia Stradale Andrea Morreale, della Dottoressa Giusirma Forte del Consiglio Nazionale delle Ricerche. Presenti all’incontro l’associazione AIDO di Favara, con il Prof. Salvatore Urso e dal Signor Giuseppe Vitello, la Prof.ssa Carmelina Forte, anche lo scorso anno promotrice dell’incontro, e la Signora Anna Asaro .

Ha introdotto l’incontro la Preside Anna Gangarossa, che ha offerto ai ragazzi uno spunto di riflessione sul valore della propria e dell’altrui vita.

Di grande interesse i contributi della Dott.ssa Gabriella Schembri e del Commissario Andrea Morreale che hanno illustrato ai ragazzi, con l’ausilio di diversi filmati, le principali cause degli incidenti stradali, quali la distrazione, la velocità, l’uso di alcol o sostanze stupefacenti. I ragazzi hanno anche potuto indossare dei visori che simulano la sensazione di ebbrezza.

Approfondito nella trattazione scientifica è stato l’intervento della Dott.ssa Giusirma Forte riguardante la compatibilità di sangue e organi; di grande spessore etico ed umano sono state le testimonianze della Prof.ssa Carmelina Forte e della Signora Anna Asaro, madri di Carlo Costanza e di Sofia Tedesco, entrambi deceduti a causa di incidenti stradali; il loro gesto di straordinario valore, compiuto in un momento di tragico dolore, ha consentito ad altre persone di continuare a vivere e ha potuto dare un senso alla prematura scomparsa dei loro figli. Infine, il Professor Salvatore Urso ha raccontato il suo percorso di malattia, ma anche di rinascita grazie alla donazione degli organi.

In memoria di Carlo Costanza la scuola bandirà un concorso che prevede la presentazione di un elaborato sul tema della donazione degli organi. Il vincitore sarà premiato dalla Prof.ssa Carmelina Forte.

Guarda le foto 

Questo slideshow richiede JavaScript.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Archivi


Facebook


Articoli Recenti: Malgrado Tutto Web

Ai nostri lettori

Ai nostri lettori

Ristrutturazione del sito. Da oggi, 4 agosto, sospendiamo la pubblicazione di nuovi articoli, la riprenderemo quando l’intervento di restyling sarà definitivamente completato

L’Estate di Regalpetra

L’Estate di Regalpetra

Racalmuto, le iniziative culturali organizzate dalla Fondazione Sciascia con il patrocinio del Comune

Ester Rizzo racconta le 21 Madri Costituenti

Ester Rizzo racconta le 21 Madri Costituenti

Bianca Bianchi ed Elettra Pollastrini

«La cecità mi ha risvegliato l’amore per la scrittura»

«La cecità mi ha risvegliato l’amore per la scrittura»

Benito Cacciato, dopo trent’anni dall’ultimo libro, pubblica il suo nuovo romanzo “Iaco”, uno spaccato della Sicilia dell’entroterra tra gli anni ‘70 e ‘80. «Non ci vedo più, ma la memoria mi si è fatta sottile e precisa»

“Mimosa d’oro”. Tutte le premiate

“Mimosa d’oro”. Tutte le premiate

Ieri la cerimonia di consegna al Tempio di Giunone