Covid Agrigento, il sindaco: “Ci hanno abbandonato a noi stessi”

|




Esauriti i posti in terapia intensiva all’Ospedale San Giovanni di Dio. “Subito un ospedale da campo con posti covid”

Ospedale Agrigento

“Stanotte in poche ore si è rivelata l’inconcludenza del Governo regionale in questa emergenza. Ci hanno abbandonato a noi stessi. Agrigento come Bergamo? Io non ci sto. Dov’è la Regione? Come ci tutela la Sanità regionale? Qual è la risposta all’emergenza?“.

Così il sindaco di Agrigento Lillo Firetto in una nota, nella quale, tra l’altro, denuncia: “stanotte l’ospedale di Agrigento ha esaurito tutti i posti Covid di terapia intensiva. Il Governo regionale non ha assicurato l’apertura del centro Covid di Ribera. Sei dei malati più gravi del focolaio dell’RSA di Sambuca di Sicilia sono stati trasferiti nel nostro ospedale e ora siamo al completo! 6 su 6”.

Il sindaco di Agrigento Lillo Firetto

“Il prossimo malato dove sarà curato?”, si chiede Lillo Firetto, che aggiunge: “La situazione è gravissima. Non sono stati in grado di attivare un centro deputato ad assistere i malati Covid come a Catania, Palermo e Messina. A chi importa di Agrigento? Ci hanno lasciato senza assistenza. Se dovesse servire un posto a qualcuno dei nostri cari? Dio non voglia che accada quel che temo. Loro hanno la situazione sotto controllo. Così? Qual è stata la scelta?  Di portarci al collasso in poche ore?”.

Il sindaco di Agrigento chiede “Un ospedale da campo con posti covid e di terapia intensiva subito o altra soluzione immediata per Agrigento”.”.

Firetto conclude esprimendo “Massimo sostegno al personale sanitario” dell’ospedale di Agrigento “che sta affrontando con coraggio questa emergenza”.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *