Coronavirus, Assostampa: “Pieno sostegno a tutti i giornalisti agrigentini”

|




Nota della Segreteria provinciale dell’Assostampa di Agrigento

Assostampa Agrigento. Da sinistra: Dario Broccio (Tesoriere) Gero Tedesco (Segretario), Angelo Gelo (Vicesegretario)

Emergenza coronavirus, la Segreteria Provinciale di Agrigento dell’Assostampa ha diffuso una nota nella quale oltre a dichiarare “pieno sostegno a tutti i i giornalisti agrigentini” per il lavoro che stanno svolgendo “giorno e notte, senza sosta per assicurare quel flusso di notizie che i cittadini chiedono per conoscere, passo passo, l’evolversi della situazione, evidenzia che “In questi giorni, molto spesso, i giornalisti agrigentini si sono scontrati con un muro di gomma eretto da istituzioni che dovrebbero, per prime, dare comunicazioni per rassicurare o allertare i cittadini. Dall’altro lato – rileva, inoltre l’Assostmpa di Agrigento – abbiamo visto amministratori improvvisarsi comunicatori annunciando, via social, video, anche a tarda sera, che molto spesso sono sembrati autoreferenziali e che non hanno aggiunto niente al flusso corretto di comunicazione che è un dovere verso una popolazione allarmata e in preda al panico”.

Nella nota, l’Assostampa, inoltre, segnala che nella provincia di Agrigento, “al contrario di altre aree dell’Italia e della nostra regione, molti sindaci e direttori di uffici strategici, in questi anni non hanno costituito un ufficio stampa. Questa è una questione – anticipa la segreteria provinciale di Agrigento -che affronteremo, con forza, non appena questa brutta realtà ci lascerà e potremo, tutti, tornare a una vita “normale”. Pur nonostante i giornalisti agrigentini restano in prima linea sapendo che il loro faro di riferimento è dare la giusta informazione ai cittadini: cosa che hanno fatto e faranno in questi giorni difficilissimi. A tutti i colleghi l’Assostampa di Agrigento darà il suo sostegno sempre per aiutarli a svolgere nel migliore dei modi il proprio lavoro. Ai cittadini diciamo “restate a casa”, saremo i vostri occhi e la vostra voce”.

 

 

 

 

 

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *