“Centu Anni”

|




L’appuntamento del sabato con i versi di Giovanni Salvo

Giovanni Salvo

CENTU ANNI

E lu tempu nun aspetta

si strascina tutti a muzzu

comu lu jornu di la Civetta

la virita’ e’ d’intra un puzzu

La sapienza ca girmoglia

nun l’accupa nna’ balata

Mancu la morti la cummoglia

si la pinna fu’ nna’ spata

Ti ricorda Regalpetra

cu nna manu supra lu pettu

Lu putiri ancora arretra

lu tinaci to cuncettu

Centu anni nun su picca

la memoria nun s’inganna

La scrittura nun e’ sicca

certu fu’ di larga spanna.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *