Casteltermini, al via la “Sagra del Tataratà”

|




Da oggi al 2 giugno una tra le feste più belle di Sicilia

Al via oggi a Casteltermini la Festa di Santa Croce e Sagra del Tataratà, una delle feste più belle e popolari della Sicilia. Si concluderà domenica 2 giugno.

“Siciliani venite… venite in massa a vedere la Festa che noi Castelterminesi amiamo più di tutte – è l’invito di Giuseppe Petix, Presidente Regionale della Commissione Cultura AICS – è tra le feste più belle della Sicilia per mille motivi e pertanto i siciliani dovrebbero venire almeno una volta nella vita a vederla. Sono tornato per vivere la mia cittadina, la mia gente e la mia festa”.

All’invito del Presidente Petix si unisce anche l’assessore alla Cultura, al Turismo, Spettacolo del Comune di Casteltermini Francesca Ferreri, che così racconta la Sagra:“Mi sono appassionata alla storia della festa che reputo tra le più affascinanti dell’isola. Infatti tengo a sottolineare a tutti i possibili visitatori che, secondo una leggenda, in seguito allo straordinario ritrovamento di una grande croce di legno, a partire dal 1667, hanno avuto inizio i festeggiamenti che consistono in una processione a cavallo, formata dai ceti degli “Schitti”, dei “Picurara”, dei “Burgisi”, dei “Mastri” e dei “Burdunara” che accompagnano la Croce, posta su di un carro trainato dai buoi, per le vie principali della cittadina. Questa processione è completata dal gruppo del Tataratà e da alcuni anni, anche dal Corteo Storico Principe Termini e Ferreri. Molti studiosi – continua l’Assessore Ferreri –  hanno cercato di capire e quindi di spiegare i diversi aspetti della festa. Ma la più importante ha riguardato l’origine della Croce ed il significato delle lettere e le iscrizioni che sono incise su di essa. Sembrava che la teoria sull’origine della Croce, formulata da uno studioso nel 1986, che attribuiva alla Croce la data del  primo secolo d.c. potesse essere quella definitiva, ma non è stato così. Infatti nel 2018, lo studioso Prof. Gianfranco Lo Bue ha pubblicato un libro intitolato: “La Croce di Casteltermini – La Leggenda, la Fede e la Storia” nel quale dimostra, attraverso un’analisi storica, religiosa e scientifica, che la Croce della leggenda risale agli anni tra il 1634 ed il 1665. Questa conclusione  è stata confermata in maniera definitiva dalle analisi, fatte svolgere dal Comune di Casteltermini assieme alla Soprintendenza dei Beni Culturali ed Ambientali di Agrigento presso l’Istituto Internazionale CIRCE di Napoli, che hanno stabilito – conclude Francesca Ferreri –  che il legno dei due bracci della Croce è datato negli anni tra il 1634 ed il 1665″.

 

Altri articoli della stessa

One Response to Casteltermini, al via la “Sagra del Tataratà”

  1. Michele Rispondi

    03/06/2019 a 4:46

    Arrivo a Casteltermini alle 17.00.
    Nell’aria si capisce che qualcosa non va. Si dice che ci siano problemi di sicurezza per lo svolgimento della festa a seguito di una zuffa avvenuta la sera precedente tra i partecipanti all’evento. Dopo aver interpellato la polizia locale presente, la protezione civile, gli addetti dell’ambulanza di servizio, le persone affacciate alle finestre del Municipio, decidiamo di andarcene alle 19.30. Fino ad allora non viene fornita alcuna indicazione relativa all’esito della festa. Più tardi, leggo su Agrigento notizie che la festa è stata annullata per motivi di sicurezza, anche per il giorno dopo. L’articolo riporta l’orario della notizia: 17.32.
    Come mai gli organizzatori si sono guardati bene dal fornire qualunque indicazione agli intervenuti?
    Lascio a voi i commenti!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *