“Camicette bianche”

da | 24 Gen 20

A Strasburgo e Saarbrucken la presentazione del libro di Ester Rizzo

Ester Rizzo

Sarà presentato il prossimo 27 gennaio, all’Istituto di cultura Italiana di Strasburgo, e il 28 gennaio, all’Università di Saarbrucken, il libro di Ester Rizzo Camicette bianche, pubblicato da Navarra Editore. Il libro racconta le storie delle vittime del rogo della Traingle Shirtwaist di New York, tra le quali ventiquattro emigrate siciliane, a lungo dimenticate.

Il 25 marzo del 1911 un rogo sviluppatosi alla Triangle, una fabbrica di camicie sita all’Asch Building di Washington Place in New York, spezzò la vita di 146 persone. Di queste, 126 erano donne di cui 38 di nazionalità italiana e, fra esse, ben 24 erano partite dalla Sicilia. Qualunque fosse il loro luogo di provenienza lasciarono, in molti casi per sempre, genitori, fratelli, figli e mariti. In seguito all’incendio alcune morirono bruciate, altre si lanciarono dalle finestre nel disperato tentativo di salvarsi. Parecchie di loro erano ancora giovanissime.

Il processo a cui furono sottoposti i proprietari della fabbrica si concluse senza rendere loro giustizia. Donne e migranti, quindi. Donne sfruttate: dall’Italia, di cui divennero spesso la colonna portante di una fragile economia nazionale che si resse sui proventi del loro lavoro; e dal Paese di accoglienza, l’America, in cui trovarono la morte per pochi dollari a settimana.

“L’invito a presentare “Camicette bianche” a Strasburgo e a Saarbrucken – spiega Ester Rizzo –  mi è stato rivolto dalla professoressa Valerie Deshoulieres, che ha letto il libro ed è rimasta colpita da questa storia che pochi conoscono. Naturalmente sono molto contenta, perché così il ricordo di queste nostre conterranee sfortunate si diffonderà anche fuori dall’Italia”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Archivi


  • Quel libro su Agrigento disperso e ritrovato
    HAMILTON IN LINEA La ristampa delle "Memorie storiche" di Giuseppe Picone era stato inviato ad Angelo Cino della Fratellanza Racalmutese di Hamilton. Ritrovato in un mercatino dell'usato, ora è tornato a casa […]

Facebook