Bentornati Albatros!

|




Lo storico gruppo musicale di Ribera, dopo vent’anni dallo scioglimento, ritorna sulle scene

Hanno girato in lungo e largo tutta la Sicilia per oltre trent’ anni, dai paesi più piccoli alle grandi città, eseguendo, soprattutto, i brani più gettonati dei cantanti che hanno fatto la storia della musica italiana dagli anni ’60 in poi, senza trascurare comunque i grandi interpreti della musica internazionale.

Loro sono “Gli Albatros”, storico gruppo musicale di Ribera, che, dopo ben venti anni dal loro ritiro dalle scene,  hanno ripreso in mano gli strumenti musicali e sono tornati in “pista” con la grinta e la carica giovanile di sempre.

Ieri sera il debutto nell’Aula Consiliare del Comune, e c’erano Tutti: Michele Noto, chitarra e seconda voce, Angelo Zarelli, che negli anni 90 ha sostituito alle tastiere Rino Riggi, Sino Gulino, batteria e voce solista, Salvatore Caramazza, sax tenore e sax contralto, Paolo Borsellino, tromba e voce solista, Ottavio Presti, chitarra basso e voce solista, Serafino Tortorici, primo cantante solista del gruppo, Giovanni Firetto, primo batterista degli Albatros, Giovanni Calderone, tecnico del suono, subentrato dopo alcuni anni a Nino Firetto. A condurre la serata Egidio Terrana, che con gli Albatros ha condiviso una lunga stagione di spettacoli fino ai primi anni ’90.

“Tanto la loro musica era coinvolgente – ha ricordato, tra tanti altri aneddoti Terrana – che nel corso di un banchetto nuziale sono stati capaci di far ballare ben quattro preti, presenti al banchetto”.

“Ce la mettevamo tutta per proporre al meglio i brani musicali più graditi dal pubblico – ha sottolineato Michele Noto – La parola d’ordine era “non annoiare” e stavamo attenti che nessuno dei componenti prevalesse in protagonismo sugli altri. Tutti dovevamo sentirci “importanti” e necessari al gruppo nella stesa misura”.

Agli inizi del 2000 ci siamo sciolti- ricorda Michele Noto – perchè si andava diffondendo il piano bar, e per venire incontro al nuovo mercato, che preferiva un duo, al massimo un trio, ad un sestetto come il nostro, ciascuno di noi si avviò a nuove esperienze da piano bar”.

Negli ultimi tempi a spingere gli Albatros a ritornare insieme il calore e l’affetto di tanti riberesi, che non hanno mai dimenticato le performances del gruppo, e l’insistente richiesta del sindaco Carmelo Pace e dell’assessore allo Sport e Spettacolo Francesco Montalbano.

“Avevo ceduto il mio sassofono ad uno studente di musica – ha ricordato Totò Caramazza – ritenendo di non doverlo più usare. Ne ho comprato uno fiammante visto che l’idea del ritorno in pista è stata accolta con entusiasmo da  tutti ”.

E che il “ritorno” sia stato subito gradito lo si è visto con l’entusiasmo con il quale è stato accolto il concerto, nel corso del quale sono stati riproposti molti dei brani più significativi di un repertorio musicale, che, malgrado siano passati tanti anni, continua sempre a “scaldare” il pubblico e a produrre “antiche” emozioni. Commovente  a conclusione del concerto il corale e caloroso saluto del pubblico: “Bentornati Albatros”.

Nelle foto di Salvatore Castelli alcuni momenti della serata

 

 

Altri articoli della stessa

One Response to Bentornati Albatros!

  1. Salvatore Caramazza Rispondi

    13/05/2019 a 21:25

    Sicuramente è stata la serata più coinvolgente della nostra carriera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *