“Basta morti sulla Agrigento – Palermo”

|




Il sindaco di Aragona Giuseppe Pendolino denuncia le gravi carenze della statale 189 e lancia un monito al Presidente della Regione: “Si attivi presso il governo nazionale per conoscere le reali intenzioni dell’Anas e dello Stato”.

Il sindaco di Aragona Giuseppe Pendolino

Non è più possibile che nel 2019 vi siano ancora strade così dissestate e pericolose”.

Il sindaco di Aragona Giuseppe Pendolino denuncia le carenze della statale 189 Agrigento – Palermo e chiede al Presidente della Regione Nello Musumeci di attivarsi presso il Governo nazionale “per conoscere le reali intenzioni dell’Anas e dello Stato per la messa in sicurezza della strada statale”.

“La statale “189”scrive Pendolino in una nota diffusa alla stampa – è carente di segnaletica ed il manto stradale non è curato come dovrebbe. Per raggiungere Palermo bisogna fare i conti con una decina di semafori a causa dei lavori in corso non ancora conclusi e fermi da parecchi mesi per la crisi dell’azienda che si è aggiudicata l’appalto. La fase di stallo continua a provocare enormi disagi agli agrigentini e non solo. Il viaggio per il capoluogo siciliano è oramai diventato un “viaggio della speranza”, dove il rischio di incidenti stradali, anche gravi, è altissimo”.

E a riguardo il sindaco di Aragona ricorda l’incidente mortale verificatosi sulla 189 lo scorso 16 gennaio nei pressi del bivio di Comitini. “Si è consumata – afferma – l’ennesima tragedia su una delle strade più pericolose d’Italia che necessità urgentemente di essere messa in sicurezza. La SS 189 possiamo benissimo continuare a chiamarla la strada della morte, alle luce, purtroppo, degli ultimi tristi avvenimenti. Ed è per questi motivi che lancio un monito al presidente della Regione, Nello Musumeci, esortandolo ad attivarsi  presso il governo nazionale per conoscere le reali intenzioni dell’Anas e dello Stato per la messa in sicurezza della strada statale 189. Non è più possibile assistere a questo scempio sull’Agrigento – Palermo. Basta morti sulla 189!

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *