Alla ricerca della bellezza

|




Riflessioni e consigli utili per star bene con se stessi, per non aver paura dell’età che avanza

Perchè dire si alle iniezioni nel derma o nel sotto-cute del viso di uno zucchero comune a tante specie umane che ti rende più bello e più giovane? Questa molecola altro non è che l’acido ialuronico.

Anna Magnani diceva: “perchè combattere le rughe se per averle ho aspettato quasi tutta una  vita?” Certo, le depressioni del viso raccontano la nostra vita, il nostro mestiere, nessuna vergogna: il viso è tutto ciò che siamo stati e che siamo oggi. Eppure, molti di noi, per star bene con se stessi, per non aver paura dell’età che avanza, cercano la bellezza e la luce tipica della giovinezza sul proprio volto, rifiutando, a quel punto, il corso naturale degli anni che passano.

E allora, cosa fare?  Importantissimo reidratare la pelle che con l’avanzare dell’età perde elasticità per rallentamento della produzione del collagene, proteina semplice del nostro organismo la cui diminuizione, insieme al fisiologico calo di elastina ed acido jaluronico, causa le grinzosità ed i solchi sul viso.

Dopo i 30 anni arrivano i cambiamenti della nostra pelle e della nostra espressione, per cui ci si affida ad un medico che si occupa di medicina estetica per limitare quanto più possibile la formazione delle  rughe. Il prodotto più usato è  l’acido ialuronico in quanto molecola poco allergizzante e facilmente assorbibile. Ma esiste anche la possibilità di utilizzazione di acido ialuronico sui giovani adulti che portano sul volto esiti cicatriziali causati dall’ acne o per vari inestetismi che imbruttiscono la pelle rendendola vecchia e poco luminosa. Dunque non solo labbra, o zigomi o riempimenti ai lati degli occhi per svuotamento delle tempie, che causano  l’ abbassamento palpebrale, l’ acido ialuronico viene usato per tante esigenze che riguardano l’ estetica.

Simona Carisi

Prodotto in laboratorio, molto simile a quello del nostro organismo, fa davvero miracoli di ringiovanimento e di cura. Ma attenzione,  non dura più  di tre  o sei mesi, per cui le iniezioni andrebbero ripetute nel tempo. Le iniezioni non sono dolorose, l’ago utilizzato è molto piccolo e la muicro-ago-puntura non lascia alcun segno sulla pelle del viso. Smesso il trattamento il volto mantiene comunque la sua bellezza ed elasticità riacquisita, perché quel che viene iniettato, oltre l’acido jaluronico, contiene dei fattori di crescita che stimoleranno per altro tempo i fibroblasti alla produzione endogena dell’acido ialuronico, cioè verrà prodotto acido ialuronico dal nostro organismo insieme alla naturale inarrestabile crescita, che però porterà altre rughe ed altri solchi cutanei. Quindi nessuna paura ad interrompere la cura. Non cambia nulla, si ritorna soltanto graduatamente alla condizione naturale di espressione data dall’età. Ma allora i “filler” cosa sono? Sono acidi jaluronici stabilizzati  utilizzati per via iniettiva al fine di riempire piccole rughe e depressioni del viso.

In realtà questo meraviglioso mondo delle favole ha un prezzo in denaro che non tutti possono permettersi…infatti se così non fosse, dovremmo  attendere, dopo i 40 anni, liste d’attesa interminabili… ne sono certa…come son certa che gran parte della lista sarebbe fatta più da uomini che da donne.

Foto da Internet

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *