Alla faccia dei finiti!

|




Siamo uno strano paese che non si capisce cosa lo tiene in piedi.

renzi_grillo624

A proposito di Renzi e del suo viaggio a New York per assistere alla finale Vinci-Pennetta. Tante polemiche, sberleffi, critiche. La domanda però è: perché se un Premier va alla finale del Mondiale e tutto ok e se invece va a vedere due atlete italiane per la prima volta protagoniste allo Us Open invece no?

Ora Renzi ha tanti difetti, la paraculaggine, come si dice in questi casi, non gli fa certo difetto, però, però vogliamo esser seri, critichiamolo sulle cose di sostanza. Intendo dire, che per quanto ipocrita e furbesca la sua partecipazione a questa storica finale ha un suo perché, piaccia o no Renzi, piacciano o no le sue astuzie. Lo stesso vale per quelli che un giorno si ed uno no dicono e scrivono: Renzi è finito, Renzi è alla frutta, Renzi cade. Quelli che Renzi cadrà perché la minoranza Pd no gliela perdona, no Renzi cadrà perché quelli dell’Ncd dell’Abbruzzo vogliono votare col proporzionale, salvo poi accorgerci tutti che Renzi procede come un treno, senza avversari, come sottolinea Ilvo Diamanti e che le sue riforme le mette a segno, in un modo o nell’altro.

Discorso analogo a quello che è stato fatto per i 5 Stelle, abbiamo letto e sentito in questi mesi che erano già finiti, che non incidevano, erano in calo e senza leader. Salvo poi scoprire che sono il secondo partito, tallonano il Pd, sfiorano il 27 per cento nei sondaggi, ed hanno pure un leader in pectore nel giovane Di Maio. Alla faccia del finiti.

Siamo uno strano paese che non si capisce cosa lo tiene in piedi, ma che aggancia la ripresa, a previsioni di crescita del Pil superiori a quanto sperato e sul baratro tira fuori trionfi sportivi che non risolleveranno le sorti dell’economia, ma certo vincere è sempre meglio che perdere.

È l’Italia bellezza, quello strano Paese.

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *