Alfonso Valenza su Decreto Ristori Bis

|




“Esclusi i negozi di calzature, c’è confusione occorre fare fronte comune”

Alfonso Valenza

“Esclusi dal Decreto Ristori Bis i negozi di calzature”. E’ quanto scrive in una nota il presidente di Confcommercio della provincia di Agrigento, Alfonso Valenza, che commenta“Vogliamo pensare che questa sia una dimenticanza e la nostra Federazione si stia attivando per farlo rientrare tra i beneficiari”.

Crediamo inoltre – aggiunge Valenza-  che il sistema dei Codici Ateco generi solo confusione, perché è esclusivo e non inclusivo, visto che va a penalizzare molte categorie. Pare assurdo infatti che in zone rosse negozi che vendono calzature non riceveranno aiuti dal Governo e quelli che vendono abbigliamento invece si. Inoltre come sottolineato anche dal presidente nazionale di Federmoda, Renato Borghi, va tenuto conto che il nostro comparto vive di stagionalità e sta perdendo tutte le vendite dell’autunno/inverno in un momento fondamentale che è il più importante dell’anno. Servono ristori congrui e a geometrie variabili anche nelle aree arancioni e gialle, altrimenti non ci sarà più un futuro per queste attività che presidiano le nostre strade, vie e piazze”.

Da parte mia – conclude il presidente di Confcommercio della provincia di Agrigento — ho iniziato un giro dei colleghi, per manifestare la mia vicinanza ma anche per sollecitarli a fare squadra, insieme dobbiamo far valere le nostre ragioni perchè sono certo che solo con un pizzico di ottimismo e con uno spirito collaborativo possiamo venire fuori da questa situazione”.

 

 

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *