Agrigento, passeggeri di una linea urbana bus contattino gli uffici sanitari

da | 22 Set 20

L’invito, a scopo precauzionale, arriva dall’ASP e riguarda i passeggeri che hanno viaggiato sull’autobus urbano TUA della linea 4 intorno alle 14 di giovedì 17 settembre

I passeggeri che giovedì 17 settembre, intorno alle 14 hanno viaggiato sull’autobus urbano TUA della linea 4, in servizio lungo la tratta che va dall’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento verso il piazzale Fratelli Rosselli, contattino l’Asp.

L’invito, a scopo precauzionale, arriva dal direttore del Dipartimento di prevenzione dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Agrigento, Vittorio Spoto, e “deriva dalla necessità di fornire comunicazioni agli interessati stante che un altro passeggero presente sullo stesso bus di linea è risultato positivo al Covid-19. Sempre a scopo precauzionale, l’autista del mezzo, pur disponendo di dispositivi di protezione individuale durante il servizio, verrà sottoposto questa mattina, martedì 22 settembre, a tampone rino-faringeo e, nelle more, è stato posto in isolamento fiduciario”.

I passeggeri interessati possono contattare il Dipartimento di Prevenzione ASP telefonando ai seguenti numeri: 339.6738639 oppure ai fissi 0922/407192 o 0922/407536.

 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Archivi


Facebook


Articoli Recenti: Malgrado Tutto Web

Ai nostri lettori

Ai nostri lettori

Ristrutturazione del sito. Da oggi, 4 agosto, sospendiamo la pubblicazione di nuovi articoli, la riprenderemo quando l’intervento di restyling sarà definitivamente completato

L’Estate di Regalpetra

L’Estate di Regalpetra

Racalmuto, le iniziative culturali organizzate dalla Fondazione Sciascia con il patrocinio del Comune

Ester Rizzo racconta le 21 Madri Costituenti

Ester Rizzo racconta le 21 Madri Costituenti

Bianca Bianchi ed Elettra Pollastrini

«La cecità mi ha risvegliato l’amore per la scrittura»

«La cecità mi ha risvegliato l’amore per la scrittura»

Benito Cacciato, dopo trent’anni dall’ultimo libro, pubblica il suo nuovo romanzo “Iaco”, uno spaccato della Sicilia dell’entroterra tra gli anni ‘70 e ‘80. «Non ci vedo più, ma la memoria mi si è fatta sottile e precisa»

“Mimosa d’oro”. Tutte le premiate

“Mimosa d’oro”. Tutte le premiate

Ieri la cerimonia di consegna al Tempio di Giunone