Agrigento, consegnati i premi del Concorso internazionale “Uno, nessuno e centomila”

di | 12 Nov 21

Le scuole premiate. Un progetto che ha lo scopo di sottolineare nel mondo il valore della Cultura italiana e dell’Opera Pirandelliana

Primo premio Liceo Artistico “Secusio” di Caltagirone

Sono stati consegnati stamattina ad Agrigento i premi del Concorso internazionale “Uno, nessuno e centomila”. Il Teatro Pirandello che ha accolto i ragazzi premiati con il caloroso applauso degli studenti di Agrigento, del Liceo Statale Politi, del Liceo classico Empedocle, del Liceo Scientifico Leonardo.

Questo il podio: primo premio a “Il popolo libanese ha fischiato” della Scuola del Comune di Sarba-Nabatieh, e “La verità” del Liceo Artistico “Secusio” di Caltagirone per le Scuole secondarie di I e II grado. Il secondo premio è stato consegnato al professor Enzo Guariglia per  “La patente… ai tempi di Gomorra” dell’ISISS “Gregorio Ronca” di Solofra. Assenti i suoi allievi perché avevano partecipato nel 2019 per l’edizione 2020, poi sospesa per la pandemia, quindi ormai hanno conseguito la maturità. Terzo premio a “La giara” del Liceo scientifico Blaise Pascal di Giaveno, Torino,  presente con un gruppo di 21 studenti. Per le scuole secondarie di primo grado, secondo posto a “Una giornata di Futuro Passato“ della Connecticut Academy for the Arts di Torrington, a ritirare il premio la fondatrice e direttrice della scuola. Terzo classificato “Mahouch mozhar” dell’Istituto Scolastico Italiano “G.B.Hodierna” di Tunisi.

Secondo premio Connecticut Academy for the Arts di Torrington

Presenti in modo virtuale con i loro contributi video l’ambasciatore italiano a Tbilisi, Enrico Valvo, e la sindaca di Torrington, Elinor Carbone. La Commissione, all’unanimità, ha espresso un plauso ai partecipanti per l’impegno dimostrato, che si traduce in una qualità alta degli elaborati in Concorso. A consegnare i riconoscimenti, anche il sindaco di Agrigento, Francesco Miccichè. Per l’Ufficio Scolastico Provinciale, da sempre partner del progetto, era presente Domenico Catuara, che ha sottolineato il valore dell’iniziativa; sono intervenuti per esprimere un plauso ai ragazzi per il loro impegno e al valore della manifestazione anche l’assessore comunale alla Cultura, Costantino Ciulla, l’amministratore del Distretto Turistico Valle dei Templi, Fabrizio La Gaipa, il presidente della Commissione Consiliare Turismo, Carmelo Cantone, il vice presidente della Strada degli Scrittori, Gaetano Pendolino, la presidente di Legambiente Sicilia, Claudia Casa, che ha apprezzato la sensibilità dei ragazzi sui temi dell’ecosostenibilità, e, infine, i componenti della Commissione del Concorso, Antonio Liotta, editore di Medinova, Beniamino Biondi, scrittore e docente universitario, e Diego Romeo, giornalista e documentarista.

Durante la cerimonia è stata commemorata Loredana Guida, la giornalista e docente morta nel gennaio del 2020 dopo aver contratto la malaria in Nigeria. Sul palco è salita una delle sorelle, Luisa, che ha ricordato Loredana, raccontando la passione che metteva nel suo lavoro e il suo amore per l’Africa e per i più piccoli. Occasione per questo momento toccante è stata la premiazione, tra le scuole partecipanti al Concorso, dell’Italian International School di Lagos.

Il ricordo di Loredana Guida

La regia dell’evento è stata di Marco Savatteri, fondatore della Casa del Musical; a condurre è stato Gabriel Glorioso, attore, coreografo e insegnante di arti performative, con la preziosa collaborazione della giovane attrice palermitana, Chiara Lo Faso.

In serata, al Teatro della Posta Vecchia, la chiusura della manifestazione con “Profumi e sapori pirandelliani”, una serata dedicata a Luigi Pirandello e ai luoghi pirandelliani, con la straordinaria esperienza di Kaos, profumo d’artista creato da Stefano Alderuccio, siciliano ormai trapiantato in Francia, ispirato al Caos dove sorge la Casa natale del grande drammaturgo agrigentino.

Grande successo nella serata di ieri per i due laboratori: “La Verità dell’attore” a cura di Giovanni Volpe, autore e regista, e “L’attore impossibile: tecnica e sperimentazione del lavoro attoriale sotto lo sguardo diffidente del Maestro Pirandello. Recitare Pirandello è un’impresa possibile?” a cura di Marco Savatteri, autore, compositore e regista.

Il Concorso è frutto di un progetto che ha lo scopo di sottolineare nel mondo il valore della Cultura italiana e dell’Opera Pirandelliana. I partecipanti concorrono nel corso dell’anno, individualmente o in gruppo, con un testo drammaturgico tratto da una novella dell’Autore o con la rappresentazione di un adattamento teatrale di una novella pirandelliana.

Premi speciali sono stati attribuiti alla Scuola italiana “Pietro della Valle” di Teheran, al Colegiul National G. Baritiu di Cluj, alla Scuola Italiana Tsiskari di Tbilisi, all’Istituto Italiano Comprensivo Statale di Barcellona; all’ISS A.Einstein di Torino; al Liceo classico Eschilo di Gela;  al Liceo Internazionale Meli di Palermo; all’I.C. Bovio-Mazzini di Canosa di Puglia, all’I.C. 4° Pestalozzi di Sant’Antimo, Napoli; all’I.C. Bevacqua di Reggio Calabria; all’IISS Pirandello di Bivona; a Gaia Magro, del Liceo classico Dante Alighieri di Agrigento;  al Liceo classico Colletta di Avellino, al Liceo Scientifico Blaise Pascal di Giaveno per “Di sera, un geranio”; al Liceo Tarantino di Gravina in Puglia. Premiata anche la Scuola di Teatro Putìa d’Arte “Malvina Franco” di Palermo, che ha chiuso la cerimonia con un’apprezzatissima interpretazione di “La signora Frola e il signor Ponza, suo genero”.

Scuola di Teatro Putìa d’Arte Palermo

Il Concorso è organizzato con la collaborazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), del Comune di Agrigento, della Fondazione Teatro Luigi Pirandello, del Distretto Turistico “Valle dei Templi”, della “Strada degli Scrittori”, l’Accademia di Belle Arti Michelangelo.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli

Cerca nell’archivio

Archivi


  • “Istruire le nuove generazioni per una società multietnica”
    HAMILTON IN LINEA Si conclude con quest'articolo il racconto della vicenda legata alle ingiustizie subite dagli Italo-Canadesi durante la seconda guerra mondiale. Le scuse del Governo Italiano e i ringraziamenti delle famiglie di chi ha vissuto l'incubo della reclusione. La storia di Giovanni Travale e Vincenzo Lo Cicero […]

Facebook