Agrigento, Civiltà: “Firetto abbandoni la politica degli effetti speciali”

|




Il Capogruppo di Forza Italia al Consiglio Comunale contrario alla proposta di fusione tra Agrigento e Porto Empedocle lanciata dal sindaco di Agrigento all’Assemblea dell’Anci.

Giovanni Civiltà

Giovanni Civiltà

Il capogruppo di Forza Italia al Consiglio comunale di Agrigento, Giovanni Civiltà, è contro la fusione tra Agriento e Porto Empedocle, lanciata dal sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, qualche giorno fa all’Assemblea dell’Anci svoltasi a Torino.

“Il sindaco di Agrigento-afferma Civiltà- trascorsi i primi 5 infruttuosi mesi di amministrazione della città, abbandoni la politica degli effetti speciali e anziché la fantascienza pratichi la scienza tanto decantata in campagna elettorale. Anziché arrampicarsi su iniziative del tutto senza fondamento e beneficio per gli agrigentini, come l’ultima della fusione con Porto Empedocle, si preoccupi di attrarre finanziamenti e investimenti per la città di Agrigento”.

“In campagna elettorale-aggiunge Civiltà- si è tanto predicato che solo un efficace Sportello Europa al Comune di Agrigento avrebbe reso possibile reperire risorse dall’ unica fonte oggi disponibile, la programmazione europea 2014 – 2020 . Ebbene, il sindaco Firetto decida di volare alto anziché trascendere nel basso tra pedonalizzazioni e fusioni varie. L’ Amministrazione Firetto decolli davvero verso l’obiettivo di progettare e poi ottenere i fondi dell’ agenda comunitaria”.

“Sia sindaco manager-conclude il capogruppo di Forza Italia-e non amministrante da spot pubblicitario, effimero come la fiamma di un fiammifero”. 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *