Agrigento, al Giardino botanico un albero per ricordare i sessanta anni di Amnesty

di | 8 Giu 21

Oltre alla piantumazione dell’albero verrà anche apposta una targa celebrativa per ricordare l’impegno dell’organizzazione fondata da Peter Benenson

Giardino Botanico Agrigento 

Agrigento, un nuovo albero al Giardino botanico ricorderà i sessanta anni di Amnesty International. Il 9 giugno alle 9:30 il gruppo 283 di Amnesty celebrerà i 60 anni di lotte in difesa delle vittime di violazioni dei diritti umani piantando un albero di ulivo. All’iniziativa saranno presenti il Commissario Straordinario Vincenzo Raffo, Sabina Castiglione responsabile agrigentina di Amnesty International insieme agli attivisti del gruppo 283.

“L’iniziativa, ad oltre un anno dalla sua chiusura a causa dell’emergenza Covid – si legge nella nota del Libero Consorzio – segna la ripresa dell’attività al pubblico del Giardino Botanico, come stabilito nei giorni scorsi dal Commissario Straordinario Vincenzo Raffo”.

Oltre alla piantumazione dell’albero verrà anche  apposta una targa celebrativa “per ricordare l’impegno dell’organizzazione fondata da Peter Benenson nel 1961 e premio Nobel per la pace nel 1977, con lo scopo di liberare i cosiddetti “prigionieri di coscienza”, persone incarcerate solo per aver espresso le loro opinioni, esercitato il loro credo religioso, aver promosso i propri diritti”.

 “Un’iniziativa dal valore altamente simbolico – sottolinea il Commissario Straordinario Vincenzo Raffo – per riaffermare i valori della pace e del rispetto dei diritti umani che cade in un momento particolarmente difficile e complesso per la nostra società”.

(Foto Libero Consorzio Comunale Agrigento) 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli

Cerca nell’archivio

Archivi


Facebook