Violenza sessuale e Stalking, il Comune di Racalmuto promuove raccolta firme

|




Dopo il deposito della proposta di legge in cassazione, “l’obiettivo è di raggiungere 50 mila firme, necessarie per portare il disegno all’esame del Parlamento”.

Il sindaco di Racalmuto Emilio Messana

“Dopo il deposito in Cassazione, della proposta di legge di iniziativa popolare per modificare la disciplina delle denunce per i reati di violenza sessuale e stalking, l’obiettivo adesso è di raggiungere quota 50 mila firme, necessarie per portare il disegno all’esame del Parlamento. Il Comune di Racalmuto sarà il riferimento dei comuni agrigentini per la raccolta delle firme.

E’ quanto anticipa il sindaco di Racalmuto Emilio Messana che aggiunge: “Ci attende un importante lavoro di promozione e di coinvolgimento, che avrà come nostri principali interlocutori i sindaci, i consigli comunali, le associazioni culturali che animano la nostra provinciaA tutti chiederemo aiuto e sostegno per questa importante iniziativa. Nel sito istituzionale del Comune di Racalmuto, apriremo una finestra che collegherà al comitato promotore, per avere informazioni sul progetto di legge e scaricare i moduli per la raccolta delle firme, per essere aggiornati sulle iniziative e sull’andamento della raccolta, per contattare i riferimenti del comitato nei diversi comuni”.

“Il 2 Ottobre prossimo, saremo a Palermo presso l’aula Consiliare del Palazzo delle Aquile  dove si terrà  la presentazione del programma della 7° Edizione di “Diritti alla Salute” dal titolo  “legalità  Salute e  Sicurezza”. Sarà illustrato il documento promosso dalla Onlus Punto a sostegno della proposta di legge di iniziativa popolare e si darà avvio – conclude il sindaco di Racalmuto – alla raccolta firme che  si concluderà il 10  Marzo 2019”.

Leggi anche

Violenza sessuale e stalking, depositata proposta di legge

 

 

 

 

 

 

 

 

Altri articoli della stessa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *